Ecco tre aggiornamenti hardware che non vedremo sull'iPhone 5

di

Dopo mesi e mesi di rumor relativi all'iPhone 5, siamo ormai alla stretta finale. Dopodomani Cupertino svelerà al mondo il suo nuovo smartphone (e forse qualcos'altro?), atteso da milioni di fan già dal 2011. L'anno scorso infatti, tutti si aspettavano un iPhone 5 strabiliante, ma Cook e soci delusero, da un certo punto di vista, gli appassionati della Mela, presentando un iPhone 4 rivisitato e con una S in più, anche se poi gli utili hanno dato, per l'ennesima volta, ragione all'azienda fondata da Steve Jobs. L'evento Apple di quest'anno sarà molto singolare. Da un lato sembra che tutto sia già scontato, poichè i rumor di questi mesi sono stati talmente numerosi e insistenti, con tanto di foto e video, che qualunque cosa verrà fuori dallo Yerba Buena Center di San Francisco potrebbe essere stato già detto o scritto. Dall'altro lato c'è la speranza che la magia Apple ritorni a comparire di nuovo sul palco, ispirando device capaci di farci sognare e che, grazie ad innovazioni all'ultimo grido, possa renderci il prezzo finale meno indigesto.

L'iPhone 5 sarà il primo vero smartphone del nuovo CEO Tim Cook, che da un anno a questa parte sembra aver cambiato già molte cose rispetto alla passata gestione. Tra le novità che probabilmente verranno presentate mercoledì 12 settembre, troviamo uno schermo da 4", uno spessore minore, un nuovo connettore da 9 pin, un'estetica della parte posteriore modificata leggermente con l'introduzione di alcune fasce orizzontali in alluminio, la connessione LTE, lo spostamento dell'ingresso cuffie nella parte bassa del dispositivo e della fotocamera anteriore da sinistra al centro. Tra le cose che invece non troveremo nel nuovo dispositivo, ci sarà sicuramente il tanto atteso connettore MicroUsb. Apple ha optato per un connettore proprietario da 9 pin, che sembra abbia le medesime dimensioni di quello MicroUSB, ma potrà essere inserito in qualunque verso. I problemi sorgeranno poi per adattare i vari accessori sul mercato o già acquistati che hanno ancora il connettore da 30 pin. La politica di Apple è sempre stata quella di presentare un nuovo adattatore (a prezzi non proprio modici), vedi il caso del MacBook Pro Retina con il nuovo connettore MagSafe 2 e nessuno pensa che questa volta la cosa non si ripeta. Un'altra caratteristica che difficilmente vedremo su un iPhone (o iPad) è la batteria sostituibile. Il problema sembra nascere da questioni di spazio in primis. Una batteria non integrata comporterebbe la presenza di un involucro interno che Apple non può permettersi, a causa delle dimensioni e della complessità del design dei propri prodotti. Gran parte del successo di Cupertino risiede infatti nel design, e sembra proprio che gli utenti preferiscano avere un dispositivo più piccolo e carino piuttosto che la possibilità di cambiare batteria. In più, quando terminano i cicli di ricarica, è già pronto un altro iPhone da comprare. La strategia Apple sembra ottima. Infine, la microSD card. Anche qui il discorso sembra riversarsi su questioni di spazio, anche se si potrebbe intravedere di nuovo un secondo fine da parte della Mela: la scelta "obbligata" di un dispositivo più capiente e quindi, più costoso, al momento dell'acquisto. 
FONTE: Forbes
Quanto è interessante?
0

iPhone 5

iPhone 5
  • Produttore: Apple
  • Disponibile: 28/09/2012
  • Prezzo: 729 €
  • Sito Ufficiale: Link
    • Caratteristiche tecniche
    • +