Egitto: account popolari come la stampa, verranno regolati dalla "legge anti-fake news"

Egitto: account popolari come la stampa, verranno regolati dalla 'legge anti-fake news'
di

Svolta epocale per quanto riguarda il rapporto tra social network e autorità governative in Egitto: il parlamento egiziano ha appena promulgato una nuova legge, grazie alla quale gli account social che vantano più di 5000 followers vanno considerati come organi di stampa tradizionali, con tutti gli oneri ed i doveri che questo comporta.

A partire da oggi, gli account "popolari" sui social network verranno sottoposti al controllo da parte del Consiglio Supremo per l'Amministrazione dei Media, e saranno quindi oggetto delle leggi che il paese ha già istituito nei confronti delle fake news. Il Consiglio Supremo ha l'autorità necessaria a bloccare completamente i siti considerati non in linea con quanto previsto dalle regolamentazioni, ed a denunciare gli utenti colti ad "incitare altre persone a violare la legge" o colpevoli del reato di diffamazione.

Nel 2015 il paese ha introdotto una nuova legge, ratificata dal Presidente Abdel Fattah al-Sisi in persona, che considera la pubblicazione o la condivisione di notizie dal contenuto "diverso rispetto ai comunicati ufficiali del Governo" come un crimine: un provvedimento visto da molti come un tentativo palese di soffocare e controllare la stampa.

Stando a quanto riportato da Amnesty International, le autorità giudiziarie egiziane avrebbero già bloccato più di 500 siti web in passato, mentre secondo il Wall Street Journal i giornalisti ed i ricercatori arrestati sarebbero stati accusati di aver diffuso fake news o di aver disturbato la quiete pubblica.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
1

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!

Egitto: account popolari come la stampa, verranno regolati dalla 'legge anti-fake news'