Elon Musk avrebbe chiesto a Twitter altri dati, ritenendo insufficiente la risposta

Elon Musk avrebbe chiesto a Twitter altri dati, ritenendo insufficiente la risposta
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La vicenda dell'acquisto di Twitter da parte di Elon Musk non è conclusa. Infatti, il CEO di SpaceX starebbe ancora esaminando il numero di bot presenti sul social network. L'azienda avrebbe fornito alcuni dati richiesti da Musk, ma quest'ultimo ne avrebbe ora chiesti altri, ritenendo insufficiente quanto ricevuto.

In particolare, stando anche a quanto riportato da Business Insider e Gizchina, nel corso della settimana iniziata il 20 giugno 2022 l'amministrazione di Twitter avrebbe inviato ulteriori informazioni all'imprenditore. L'arrivo di questi ultimi dati seguirebbe una lettera da parte del team legale di Elon Musk, in cui si leggerebbe che il più recente "pacchetto di dati" in possesso del CEO di SpaceX non sarebbe sufficiente per valutare in via definitiva l'acquisto di Twitter.

Sembra che alla base della vicenda ci sia la volontà di Musk di effettuare in modo indipendente test per svelare gli account potenzialmente falsi presenti sul social network dei cinguettii. Secondo le fonti, il CEO di SpaceX avrebbe dunque ora ottenuto l'accesso a dati API real-time. Insomma, a quanto pare Elon Musk starebbe ricevendo quanto sperato.

Non resta ora che attendere come si evolverà la situazione: i mesi in cui potrebbe arrivare la svolta potrebbero essere quelli di luglio e agosto 2022, ma staremo a vedere. Ricordiamo che la vicenda prosegue da tempo, dato che l'acquisto di Twitter da parte di Musk è stato annunciato a fine aprile 2022.

Quanto è interessante?
4
Elon Musk avrebbe chiesto a Twitter altri dati, ritenendo insufficiente la risposta