Elon Musk lancia una frecciatina alla Russia dopo il successo del lancio di SpaceX

Elon Musk lancia una frecciatina alla Russia dopo il successo del lancio di SpaceX
di

Sabato, SpaceX ha fatto la storia diventando la prima azienda commerciale al mondo a mandare in orbita gli esseri umani, fatto che ha fatto perdere alla Russia il suo monopolio di vecchia data sui viaggi nello spazio. Dal 2011, infatti, gli USA si affidavano alle navette Sojuz per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale.

I funzionari spaziali di Mosca, infatti, hanno dichiarato di essere rimasti perplessi dall'isteria attorno al successo del volo SpaceX. Elon Musk, invece, ha lanciato una frecciatina a Dmitry Rogozin, direttore generale di Roscosmos, che una volta disse che Washington un giorno potrebbe essere costretta a "consegnare i suoi astronauti alla ISS utilizzando un trampolino".

"Il trampolino funziona", sottolinea Musk in una conferenza stampa post-volo insieme all'amministratore della NASA Jim Bridenstine. Rogozin ha comunque fatto le congratulazioni a Bridenstine dopo l'arrivo della capsula Dragon sulla ISS. "A questo punto è sicuro congratularsi con te per il successo del lancio e dell'attracco. Bravo!" ha twittato l'uomo. "Per favore, manda i miei più sinceri saluti a @elonmusk (ho adorato il suo scherzo) e al team di @SpaceX. In attesa di un'ulteriore collaborazione!"

Il portavoce di Roscosmos, Vladimir Ustimenko, è stato invece più pungente: "Non capiamo davvero l'isteria scatenata dal successo del lancio di una navicella spaziale Crew Dragon", scrive sul Social Network del canarino blu. "Quello che sarebbe dovuto succedere molto tempo fa è successo", ha aggiunto.

L'inizio di una nuova era per la NASA, visto che un posto nella Soyuz costava circa 80 milioni di dollari.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
5