Elon Musk rinvia il sistema di verifica di Twitter e assume un suo "nemico"

Elon Musk rinvia il sistema di verifica di Twitter e assume un suo 'nemico'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Andando oltre al crollo del patrimonio personale di Elon Musk, nonché alla questione della ricerca di nuovi sviluppatori da assumere per Twitter, torniamo a fare riferimento all'imprenditore per via di ulteriori novità. Infatti, il CEO ha messo in pausa il nuovo sistema di verifica di Twitter, questa volta a tempo indefinito.

Infatti, come riportato anche da Gizmodo e MSPowerUser, nonché come spiegato nella giornata del 22 novembre 2022 da Elon Musk su Twitter, la spunta di verifica legata all'abbonamento Blue da 8 dollari è questa volta stata "messa da parte" fino a quando non ci saranno elevate sicurezze relativamente al problema degli account che si fingono aziende e persone.

Musk ha spiegato che potrebbero venire utilizzati altri colori, così da distinguere i singoli individui dalle aziende. Tuttavia, per ora non è del tutto chiaro quale decisione verrà effettivamente presa in tal senso, dunque non possiamo che stare a vedere. Ricordiamo in ogni caso che in precedenza il CEO aveva affermato che il rilancio della funzionalità era previsto per il 29 novembre 2022, ma adesso è stato ufficializzato che questo non avverrà.

Al netto di questo, di recente si è fatto riferimento ad altre possibili novità legate al social network (chi ha detto chat crittografate e messaggi vocali su Twitter?). Inoltre, non è di certo passata inosservata un'altra questione, ovvero l'assunzione di George Hotz, storico "nemico" di Musk. Come riportato da The Verge e TechCrunch, a quest'ultimo sono state date 12 settimane per sistemare le funzionalità di ricerca di Twitter, eliminando il classico prompt relativo al login che compare usualmente nella versione Web.

Hotz è un noto hacker che in passato ha violato i sistemi di aziende come Apple e Sony. Secondo alcuni report, anni fa avrebbe rifiutato di lavorare per Tesla e i suoi rapporti con Musk non sarebbero stati idilliaci. Hotz non sembra però più essere un "nemico", in quanto di recente ha rilasciato dichiarazioni positive relative all'ultimatum "hardcore" effettuato da Musk.

Per il resto, come riportato da SlashGear, l'imprenditore di recente ha affermato che c'è una persona che non riavrà il suo account Twitter. Infatti, nonostante Musk abbia sbloccato profili come quelli di Kanye West e Donald Trump, il CEO ha spiegato che non ha intenzione di fare lo stesso con Alex Jones, legato ad alcune teorie del complotto.

Quanto è interessante?
4
Elon Musk rinvia il sistema di verifica di Twitter e assume un suo 'nemico'