Elon Musk sul ritorno di Trump su Twitter: "non aveva violato alcuna regola e legge"

Elon Musk sul ritorno di Trump su Twitter: 'non aveva violato alcuna regola e legge'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Continua a far discutere la decisione di Elon Musk di ripristinare l'account Twitter di Donald Trump, in linea con quanto deciso dagli utenti nel sondaggio pubblico a cui hanno partecipato milioni di iscritti.

Tuttavia, come abbiamo avuto modo di raccontare, Donald Trump ha snobbato Twitter e pur accogliendo favorevolmente la decisione di Musk ha spiegato che non intende tornare a twittare in quanto il suo social network, Truth, funziona bene. Questa giravolta è stata accolta con stupore da molti, in quanto soprattutto durante la sua presidenza il tycoon utilizzava Twitter come metodo principale per attaccare gli avversari politici e rivolgersi agli elettori, oltre che per commentare le notizie dal mondo e dagli USA.

L'eccentrico nuovo CEO di Twitter, interpellato sulla decisione di Trump di non tornare sulla piattaforma, ha risposto con diplomazia. "Accetto la decisione di non twittare da parte di Trump" ha esordito, sottolineando però che "la cosa importante è che Twitter abbia corretto il grave errore di bannargli l'account, dal momento che non aveva violato alcuna legge o i termini del servizio. Bannare un presidente in carica ha minato la fiducia di metà pubblico americano in Twitter". Ricordiamo che Trump era stato bannato a seguito dell'assalto a Capitol Hill.

La discussione è continuata poco dopo e si è spostata sulla politica a stelle e strisce: Musk ha annunciato di essere stato un sostenitore della presidenza Obama-Trump e di aver votato Biden piuttosto che Trump alle ultime elezioni, ma per il 2024 ha lasciato intendere che probabilmente non confermerà il suo voto. "Per le presidenziali del 2024 la mia preferenza andrà ad una persona ragionevole e centrista. Speravo che sarebbe stato così per l'amministrazione Biden, ma finora sono rimasto deluso" ha affermato.

Quanto è interessante?
3