L'empatia si può insegnare a uno psicopatico? La risposta vi sorprenderà

L'empatia si può insegnare a uno psicopatico? La risposta vi sorprenderà
di

L'empatia è considerata la chiave per una società più unita e comprensiva, ma emerge una domanda provocatoria: è possibile che anche coloro che sono etichettati come psicopatici, noti per la loro mancanza di empatia e per comportamenti spesso egocentrici e manipolatori, possano imparare a connettersi emotivamente con gli altri?

La ricerca in questo campo, intricata e ancora in fase di dibattito tra gli esperti, suggerisce una risposta sorprendentemente positiva. Katarina Howner, neuroscienziata presso l'Istituto Karolinska in Svezia, sottolinea che la psicopatia, lungi dall'essere un marchio indelebile, è una condizione complessa, spesso legata a disordini della personalità e comportamenti antisociali.

Questi individui, sebbene possano apparire freddi e crudeli a causa della loro difficoltà nel provare empatia affettiva, non sono privi di ogni forma. Infatti, possiedono una notevole capacità di empatia cognitiva, che utilizzano per interpretare e talvolta manipolare i pensieri altrui. La sfida principale non risiede nella totale assenza di questo sentimento positivo, ma nella difficoltà di attivarla spontaneamente.

Tuttavia, studi hanno dimostrato che, con un focus adeguato, anche i psicopatici possono riconoscere e rispondere alle emozioni altrui, aprendo la porta a nuove possibilità di trattamento e integrazione sociale. Questa capacità di "imparare" l'empatia, variabile a seconda delle circostanze, offre una luce di speranza non solo per chi vive con tratti psicopatici ma anche per la società, che spesso etichetta queste persone come irrecuperabili.

La ricerca sottolinea l'importanza di superare i pregiudizi e di concentrarsi su interventi che premiano i comportamenti positivi, piuttosto che insistere unicamente sullo sviluppo dell'empatia. La narrazione che dipinge i psicopatici come esseri fondamentalmente malvagi sta lentamente cedendo il posto a una comprensione meno stigmatizzata, che riconosce la psicopatia come una condizione meritevole di supporto e trattamento.

Tuttavia, questi individui hanno un vantaggio in certi aspetti della vita.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi