Enel e TIM si sfidano per conquistare Metroweb, trapelano le offerte presentate

di

Nelle ultime due settimane, sia Enel che TIM hanno presentato a Metroweb Italia delle proposte per rilevare una quota, che è detenuta per il 53,8% da F2i (la società dei Fondi Italiani per le Infrastrutture) ed il 46,2% da una holding il cui principale azionista è la Cassa Deposita e Prestiti.

Una delle due proposte determinerà il destino della società per le tlc, e probabilmente anche quello per la rete del nostro paese.
A giudicare da quanto affermato da diverse fonti, Enel avrebbe presentato una valutazione da 806 milioni di Euro, otto in meno rispetto all'offerta avanzata da TIM lo scorso 9 Maggio. L'operatore telefonico infatti ipotizzava una forchetta tra i 703 e gli 814 milioni di Euro, che rispecchia a pieno il valore di Metroweb esclusa la quota di minoranza detenuta da Fastweb, pari a 650-750 milioni di Euro.
Telecom si sarebbe inoltre detta disposta a versare l'intera somma in cash o tramite azioni di una delle sue società controllate, come Sparkle.
Il Sole 24 Ore, tuttavia, non esclude sorprese e secondo un articolo pubblicato sulle pagine dell'autorevole quotidiano, potrebbe entrare in gioco anche Inwit, in associazione con Cellnet. Il termine ultimo per presentare le offerte sarebbe il 25 Maggio, giorno in cui si riunirà il primo consiglio della CdP.

Quanto è interessante?
0