Entro fine anno arriverà il protocollo di sicurezza WiFi WPA3

di
La sicurezza per le reti Wi-Fi dovrebbe registrare degli importanti cambiamenti già a partire da quest'anno, attraverso il protocollo WPA3 che potrebbe essere approvato dalla WiFi Alliance entro fine 2018.

In concomitanza con l'inizio del CES di Las Vegas, infatti, il consorzio che sovrintende l'approvazione degli standard per le reti senza fili ha annunciato l'arrivo del WPA3, il successore WPA2, il protocollo ampiamente utilizzato per la sicurezza delle reti senza fili.

Nel corso degli ultimi anni il WPA2 ha riscontrato qualche problema, in quanto si è dimostrato essere vulnerabile ad attacchi DEAUTH, che non lo rendono particolarmente sicuro.

E' per questo motivo che la WiFi Alliance, che comprende aziende del calibro di Apple, Cisco, Intel, Microsoft e Qualcomm tra i propri membri, ha rivelato che intende continuare a migliorare il WPA2, mentre continuano i lavori per il nuovo protocollo WPA3, che dovrebbe debuttare sui primi dispositivi entro la fine dell'anno.

Chiaramente, il WPA3 sarà contraddistinto per una maggiore protezione nei confronti delle così dette "password deboli" ed una migliore sicurezza per tutti gli utenti che si collegano sotto questo tipo di rete.

Il WPA3 dovrebbe anche supportare la crittografia dei dati individualizzata e l'Opportunistic Wireless Encryption (OWE), che era stata proposta per lo standard wireless 802.11.

Il protocollo dovrebbe anche offrire una maggiore protezione contro gli attacchi brute force, che renderà per gli attaccanti praticamente impossibile la scoperta della password da una lista. WPA3 dovrebbe anche bloccare gli utenti malintenzionati dopo un certo numero di tentativi.

Sarà anche possibile utilizzare i dispositivi dotati di WiFi come una sorta di pannello per la configurazione di altri device WiFi che rientrano in un certo raggio.

La WiFi Alliance ha anche reso noto che il WPA3 utilizzerà il nuovo protocollo di cifratura a 192 bit.

Quanto è interessante?
6