L'epic fail degli hacker che hanno provato a ricattare una 86enne chiedendo Bitcoin

L'epic fail degli hacker che hanno provato a ricattare una 86enne chiedendo Bitcoin
di

"Non ci sono più i truffatori di una volta". Forse sarà stato questo il pensiero della donna che si è vista chiedere dei Bitcoin da alcuni malintenzionati in cambio della mancata pubblicazione di "contenuti osé". Peccato che si tratti di una 86enne, che ovviamente non aveva nulla di tutto ciò e non sapeva nemmeno cosa fossero le criptovalute.

La bizzarra storia vede al centro Arlene Kaganove, 86 enne che desiderava solamente un bagel gratuito per il giorno del suo compleanno. Per questo motivo, la signora si è iscritta con la sua e-mail al programma di premi My Panera della nota catena di fast food Panera Bread. Tuttavia, qualcosa deve essere andato storto e alcuni hacker sono riusciti ad inviare a Kaganove un "minaccioso messaggio" che le chiedeva di pagare ben 1400 dollari in Bitcoin. In particolare, i malintenzionati sostenevano anche di essere riusciti a mettere le mani su dei contenuti "osé" , che stando alla signora sarebbero stati definito "di buon gusto" dagli hacker. Insomma, siamo dinanzi a un fallimento clamoroso.

I sistemi di Panera Bread hanno subito un attacco hacker qualche mese fa, ma l'azienda ha comunque dichiarato che l'account di Kaganove non sembra essere stato compromesso in quell'occasione. Chiaramente, per inviare un'e-mail, i malintenzionati non hanno bisogno della password dell'account della vittima.

La notizia, riportata da Gizmodo, ha fatto il giro del mondo e ha scatenato le risate del mondo del Web, tra chi sostiene, chiaramente ironicamente, che "il miglior metodo contro le truffe online è la pensione" e chi afferma che l'86enne è diventata "un idolo mondiale". Ovviamente, anche la Kaganove ha preso con ironia la vicenda, affermando che il tentativo è stato "esilarante".

FONTE: Gizmodo
Quanto è interessante?
5
L'epic fail degli hacker che hanno provato a ricattare una 86enne chiedendo Bitcoin