L'eruzione del vulcano Hunga Tonga ha raggiunto lo spazio: si studiano le conseguenze

L'eruzione del vulcano Hunga Tonga ha raggiunto lo spazio: si studiano le conseguenze
di

La spaventosa eruzione del vulcano Hunga Tonga ha spazzato via l’isola che lo ospitava e le immagini dei satelliti lo mostrano chiaramente. I terremoti e tsunami da essa causati hanno raggiunto anche coste a migliaia di chilometri di distanza, ma l’impatto si nota anche nello spazio con delle “onde gravitazionali atmosferiche”.

Gli scienziati ora stanno cercando di comprendere quali effetti l’eruzione abbia avuto nello spazio, dato che la colonna eruttiva ha raggiunto la stratosfera terrestre, il secondo strato dell'atmosfera dal suolo, e generato le suddette onde gravitazionali atmosferiche. Rilevate da un satellite della NASA, esse si sono irradiate verso l’esterno in cerchi concentrici, e anche verso l'alto, fino ad arrivare verso la ionosfera, regione estesa dai 65 km a 1.000 km. Per riferimento, la Stazione Spaziale Internazionale si trova a 400 km circa.

Sebbene la loro diramazione a tale altitudine sia già praticamente confermata, i ricercatori dovranno ancora capire gli effetti veri e propri, tra cui i “disturbi ionosferici itineranti” normalmente generati da onde di gravità atmosferica. Si tratta, per l’esattezza, di onde di compressione che possono aumentare le fluttuazioni della densità del plasma nella ionosfera in un breve lasso di tempo, potenzialmente interferendo anche con i GPS.

Insomma, le ripercussioni dell’eruzione del vulcano Hunga Tonga potrebbero avere luogo anche sul medio termine e non solo con potenziali disastri terrestri. Anche la nostra vita quotidiana potrebbe essere influenzata a breve (se non già adesso) dagli effetti “spaziali” del fenomeno.

Nel frattempo, potete vedere il video sconvolgente dell’eruzione vista dallo spazio.

Quanto è interessante?
4