Esaminando lo sperma dell'uomo potremmo prevedere l'autismo?

Esaminando lo sperma dell'uomo potremmo prevedere l'autismo?
di

Una serie di biomarcatori dello sperma umano potrebbero essere in grado di prevedere con precisione le possibilità che il proprio figlio abbia il disturbo dello spettro autistico (DSA). Una scoperta molto importante, pubblicata sulla rivista Clinical Epigenetics, per una migliore comprensione e gestione di questa condizione.

C'è da dire che lo studio, per adesso, ha coinvolto un campione di piccole dimensioni di soli 26 padri, ma la correlazione tra i biomarcatori e DSA sembra essere molto forte. I ricercatori hanno esaminato l'epigenetica dello sperma, ovvero i cambiamenti nel modo in cui i geni vengono espressi ed elaborati dal corpo.

Lo studio ha incluso campioni di 13 uomini che avevano avuto figli con l'autismo e 13 uomini che, invece, no. In un'analisi delle regioni di metilazione del DNA, il team ha identificato 805 potenziali biomarcatori. Il tasso di successo dei loro risultati ha avuto una precisione del 90%. "Abbiamo scoperto anni fa che i fattori ambientali possono alterare la linea germinale, lo sperma o l'uovo", afferma il biologo Michael Skinner , della Washington State University.

Sebbene l'ereditabilità dell'autismo non sia qualcosa che gli scienziati comprendono appieno, i padri sono più spesso collegati alla trasmissione rispetto alle madri, rendendo i risultati della ricerca attuale ancora più preziosi. Ovviamente, il piccolo campione preso come oggetto di studio non è sufficiente per delle risposte definitive, per questo motivo servono nuove ricerche.

Quanto è interessante?
4