Esistono cani più intelligenti degli altri, i cani "geniali"

Esistono cani più intelligenti degli altri, i cani 'geniali'
di

Molti proprietari di cani parlano del proprio come di un "animale superdotato", in grado di capire facilmente le loro indicazioni. Per scoprire se si trattasse di leggende fuorviate dall'affetto dei padroni, alcuni ricercatori hanno istituito la Genius Dog Challenge in modo tale da misurare scientificamente l'intelligenza canina.

Inizialmente gli stessi ricercatori, guidati dalla dottoressa Claudia Fugazza dell'Università Eötvös Loránd, in Ungheria, si erano dedicati ad uno studio simile che aveva dimostrato come alcuni cani dall'eccezionale intelligenza riuscissero ad imparare il nome di un giocattolo solo dopo quattro volte che gli era stato ripetuto.

Successivamente i risultati hanno mostrato come esperimenti simili peccassero di "memoria a breve termine", ovvero i cuccioli se ne dimenticavano in fretta. Per questo i ricercatori hanno deciso di utilizzare una strategia differente.

La nuova sfida era: quanto in fretta i cani possono imparare i nomi che poi conservano a lungo termine?

Il team ha rivelato che i cani più dotati, noti anche come "gifted word learnes", ovvero "dotato di apprendimento delle parole", riescono ad imparare i nomi di 12 giocattoli diversi in una sola settimana. Un apprendimento simile possiamo rivederlo nei bambini di un'anno.

I cani inoltre ricordavano per i successivi due mesi la maggior parte di questi nomi, senza alcun intervento ulteriore. "Sappiamo che i cani possono facilmente imparare parole legate ad azioni, come 'seduto' o 'stai giù'" ha spiegato Shany Dror, coautore dello studio. "Ma solo pochissimi cani possono imparare i nomi degli oggetti. Per oltre due anni abbiamo cercato cani in grado di imparare i nomi dei loro giocattoli e in tutto siamo riusciti a trovarne sei."

In effetti per accedere al concorso i proprietari dovevano dimostrare che i loro cuccioli fossero in grado di riconoscere almeno 26 oggetti. A causa della COVID, o per fortuna visto che sarebbe stato molto complicato trovare dei partecipanti idonei nelle vicinanze, gli studi sono stati condotti a distanza.

I sei partecipanti, tutti border collier, avevano solo una settimana per imparare i nomi di sei giocattoli. Potevano trascorrere da mezz'ora a due ore e mezza al giorno per insegnare ai propri animali domestici ma era una scelta libera.

L'ultimo giorno della sfida sono state installate delle telecamere in due stanze della casa dei proprietari, contemporaneamente. I proprietari dovevano stare in una delle due mentre il cane nell'altra, in modo tale che i primi non potessero fuorviare le scelte dell'animale.

La prima prova, con sei giocattoli, ha mostrato quasi tutti punteggi perfetti, allora i ricercatori hanno aumentato la difficoltà e i giocattoli sono raddoppiati. In questo caso nessun cane ha ottenuto il 100% ma i risultati sono stati comunque piuttosto buoni, più per alcuni che per altri.

Un mese dopo quasi tutti i cani, a parte la piccola Nalani, hanno ottenuto punteggi perfetti. Un mese dopo ancora, quattro cani sui cinque restanti ha comunque compreso la metà degli oggetti.

"Con questi cani talentuosi abbiamo un'opportunità unica di studiare come un'altra specie comprende il linguaggio umano e come l'apprendimento delle parole influenza il modo in cui pensiamo al mondo" ha concluso il professore Adam Miklosi, co-autore dello studio.

Non è la prima volta che questi giocherelloni e adorabili animali si dimostrano creature dotate di eccezionale intelligente, infatti in un recente test di intelligenza i cani hanno battuto primati e bambini. Forse è proprio perché si tratta dei più antichi compagni degli esseri umani che i cani nascono con un'abilità innata che neppure i lupi possiedono.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
2