Alcuni esopianeti del nostro Universo potrebbero essere composti da diamanti e silice

Alcuni esopianeti del nostro Universo potrebbero essere composti da diamanti e silice
di

Alcuni esopianeti ricchi di carbonio potrebbero, nelle giuste circostanze, essere fatti di diamanti e silice. Pianeti completamenti differenti da quelli che possiamo trovare all'interno del nostro Sistema Solare, secondo uno studio recentemente pubblicato da un team di ricercatori dell'Arizona State University e dell'Università di Chicago.

Stelle e pianeti si formano dalla stessa nuvola di gas, il che significa che le composizioni in massa sono simili. Stelle con un rapporto carbonio-ossigeno inferiore formeranno pianeti come la Terra composti da silicati e ossidi con un contenuto minimo di diamanti. Il contenuto di diamanti del nostro pianeta, secondo quanto affermano gli esperti, è di circa lo 0,001%.

Gli esopianeti che si formano attorno a stelle con un rapporto carbonio-ossigeno più elevato del nostro Sole, invece, hanno maggiori probabilità di essere ricchi di carbonio. I ricercatori hanno ipotizzato che questi esopianeti ricchi di carbonio possano convertire il carbonio in diamante e silicato qualora fosse presente dell'acqua, creando una composizione ricca di diamanti.

Per testare l'ipotesi, i ricercatori hanno imitato l'interno di questi corpi celesti utilizzando calore elevato e alta pressione. In primis hanno immerso il carburo di silicio all'interno dell'acqua e hanno compresso il campione tra i diamanti ad una pressione molto elevata. Successivamente hanno riscaldato il campione con il laser, effettuando misurazioni a raggi X. Come previsto, il carburo di silicio ha reagito con l'acqua e si è trasformato in diamante e silice.

In tali mondi, ovviamente, la presenza della vita è esclusa, ma ci danno un'importante indicazione sui futuri bersagli da cercare con i telescopi di prossima generazione.

FONTE: slashgear
Quanto è interessante?
3
Alcuni esopianeti del nostro Universo potrebbero essere composti da diamanti e silice