Gli esseri umani si stanno evolvendo più velocemente del previsto

Gli esseri umani si stanno evolvendo più velocemente del previsto
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L'evoluzione non ha ancora finito con noi esseri umani e, nonostante non si possa vedere, madre natura sta ancora "operando" con noi. Tuttavia, secondo uno studio, l'evoluzione non è più strettamente legata ai geni, poiché la nostra cultura potrebbe guidare l'evoluzione più velocemente delle stesse mutazioni genetiche.

L'evoluzione è semplice: nel corso delle generazioni sono le mutazioni genetiche a dare un vantaggio di sopravvivenza e, se quest'ultimo è efficace, viene trasmesso anche alla generazione successiva (le rane, ad esempio, hanno perso più di 20 volte i denti nel corso della loro storia evolutiva).

Nel nostro caso, però, l'evoluzione non richiede più che le mutazioni genetiche conferiscano un vantaggio di sopravvivenza, ma semplicemente sono i comportamenti trasmessi attraverso la cultura le "mutazioni" che forniscono vantaggi in termini di sopravvivenza. Secondo gli scienziati del nuovo studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the Royal Society B, questa "evoluzione culturale" è più importante della selezione naturale.

"Quando un virus attacca una specie, in genere diventa immune a quel virus attraverso l'evoluzione genetica", afferma il coautore dello studio Zach Wood, ricercatore post-dottorato presso la School of Biology and Ecology dell'Università del Maine. Questo processo funziona molto lentamente, finché coloro che sono più suscettibili muoiono e coloro che sopravvivono trasmettono i loro geni.

Noi esseri umani, invece, ci adattiamo sviluppando vaccini e altri interventi medici, il risultato della conoscenza culturale comune. Il concetto di evoluzione culturale non è nuovo, e vede le sue radici da Charles Darwin. Quest'ultimo, infatti, affermò che se una madre avesse insegnato alla figlia a procurarsi il cibo, avrebbe trasmesso questo tratto ereditato alla sua prole e così via.

Secondo gli esperti del nuovo studio, il cambiamento culturale ci sta permettendo di evolvere in modi che l'evoluzione biologica da sola non potrebbe. Il meccanismo dietro all'evoluzione culturale è semplice: un individuo può apprendere abilità e informazioni da un numero quasi illimitato di persone in un breve lasso di tempo e, a sua volta, diffondere tali informazioni a molti altri individui.

Le informazioni genetiche, invece, sono molto più lente, poiché le mutazioni casuali impiegano in media 20 anni per essere trasmesse (da padre in figlio e così via) e sono limitate. "A lungo termine, suggeriamo che gli esseri umani si stiano evolvendo da singoli organismi genetici a gruppi culturali che funzionano come superorganismi, simili a colonie di formiche e alveari", ha affermato infine il coautore dello studio Tim Waring, professore associato di modellizzazione dei sistemi socio-ecologici presso l'Università del Maine.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere qui sotto nella sezione commenti!

Quanto è interessante?
5