Gli esseri umani moderni potrebbero essersi avventurati in Europa prima del previsto

Gli esseri umani moderni potrebbero essersi avventurati in Europa prima del previsto
di

Secondo quanto affermato dalla rivista Science, l'Homo sapiens potrebbe essersi avventurato nel territorio dei Neanderthal in Europa molto prima del previsto. Fino ad adesso sapevamo che i Neanderthal fossero scomparsi dal territorio europeo circa 40.000 anni fa, poco dopo l'arrivo dei sapiens, e non c'erano prove dell'incontro di questi gruppi.

Tuttavia, un team di archeologi sembra aver scoperto due tipi di esseri umani che hanno abitato la stessa grotta di Mandrin in quella che oggi è la regione del Rodano, nel sud della Francia. La scoperta, quindi, porta indietro l'arrivo dell'H. sapiens nell'Europa occidentale a circa 54.000 anni fa.

"Il Mandrin è come una specie di Pompei neandertaliana, senza eventi catastrofici, ma dove il vento, il maestrale, riempie continuamente la grotta con la sabbia", ha dichiarato Ludovic Slimak dell'Università di Tolosa all'AFP. Gli esperti per l'esattezza hanno scoperto uno strato, noto come "strato E", contenente almeno 1.500 punte di selce tagliate.

Queste, molto probabilmente, sono delle punte di freccia sconosciute in Europa a quel tempo e qualcosa di mai visto con i Neanderthal. Inoltre, gli archeologi hanno anche trovato nove denti nel sito della grotta di Mandrin, appartenenti a sei individui. In particolare, un dente da latte dello strato E era l'unico dente umano moderno trovato nel sito.

Questa è la prima prova conosciuta di un essere umano moderno nell'Europa occidentale in quel periodo. I ricercatori hanno dimostrato che "questa popolazione umana moderna ha occupato il territorio del Rodano per circa 40 anni", secondo Slimak. Ad un certo punto, le due popolazioni (Neanderthal e Sapiens) potrebbero aver condiviso addirittura la stessa grotta.

A proposito, perché i Neanderthal si sono estinti?

Quanto è interessante?
4