Eugene Parker, astrofisico, muore all'età di 94 anni: ecco le sue scoperte più importanti

Eugene Parker, astrofisico, muore all'età di 94 anni: ecco le sue scoperte più importanti
di

Eugene Parker è stato un grande astrofisico che ha sviluppato la teoria sul vento solare e che ha condotto importanti studi sull'eliosfera del nostro Sole. Lo scienziato americano è passato a miglior vita all'età di 94 anni. A lui è dedicata la sonda che sta sfidando la nostra stella, la Parker Solar Probe.

"Siamo rattristati nell'apprendere la notizia che una delle grandi menti e leader scientifici del nostro tempo è passata a miglior vita", ha affermato l'amministratore della NASA Bill Nelson in una nota. Parker è morto martedì, secondo l'Università di Chicago. "Gene Parker era una figura leggendaria nel nostro campo: la sua visione del Sole e del sistema solare era molto in anticipo sui tempi", ha dichiarato Angela Olinto, preside della Physical Sciences Division dell'Università di Chicago.

Eugene Parker è nato il 10 giugno 1927 nel Michigan e ha conseguito una laurea in fisica presso la Michigan State University e un dottorato di ricerca presso il Caltech. L'astrofisico iniziò a studiare il Sole e, secondo i suoi calcoli, le condizioni del nostro astro avrebbero dovuto produrre un flusso supersonico di particelle dalla superficie.

L'idea, tuttavia, venne accolta con scetticismo: "Lo scienziato che analizzò il mio studio disse: 'Beh, suggerirei a Parker di andare in biblioteca e leggere l'argomento prima di provare a scrivere un articolo al riguardo, perché questa è una sciocchezza'", racconto Parker a UChicago News nel 2018. Lo studio venne accettato sull'Astrophysical Journal solo quando l'editore - e futuro vincitore del premio Nobel - Subrahmanyan Chandrasekhar si rese conto che non ci fosse alcun difetto.

Nel 1962 la teoria dell'astrofisico si rivelò corretta, quando la navicella spaziale Mariner II della NASA incontrò il flusso di particelle, chiamato vento solare. "Chiunque conoscesse il dottor Parker, sapeva che era un visionario", ha affermato Nicola Fox, direttore della divisione di eliofisica della NASA. L'astrofisico oggi non è più su questo mondo, ma le sue idee continueranno a vivere per sempre, ispirando le nuove generazioni.

Quanto è interessante?
2