Eventi metereologici estremi influenzano l'evoluzione di una specie di ragni

Eventi metereologici estremi influenzano l'evoluzione di una specie di ragni
di

Un gruppo di ricercatori della McMaster University (Ontario, Canada) ha studiato il comportamento dei ragni a seguito di tempeste e cicloni tropicali, giungendo ad una conclusione piuttosto interessante.

Da quanto è emerso, sembra che eventi metereologici estremi possano influenzare la vita e l’evoluzione di specie che vivono in zone frequentemente colpite soprattutto da cicloni tropicali.

I cicloni, infatti, non hanno impatto solo sulla vita umana bensì ridisegnano il paesaggio, alternano gli habitat naturali e riequilibrano pressioni selettive sugli organismi viventi.

A parlare di questo studio è l'autore principale, Jonathan Pruitt, biologo evoluzionista e presidente del Dipartimento di psicologia, neuroscienze e comportamento della McMaster University.

Egli afferma che probabilmente il cambiamento climatico e l’innalzamento dei mari porterà ad una maggior frequenza di tempeste e cicloni tropicali e ciò avrà sempre più un impatto ecologico importante sul nostro pianeta.

Entrando nel particolare, il team ha studiato le colonie femminili del ragno Anelosimus studiosus che vivono sulla fascia battuta frequentemente dalle tempeste, ovvero sulla costa atlantica di Stati Uniti e Messico.

Non si tratta di uno studio semplice in quanto hanno dovuto studiare la frequenza e la traiettoria dei cicloni e campionare prima e dopo queste colonie, ben 240, per l’esattezza, confrontandole poi con altre non influenzate dal passaggio di tempeste.

Hanno individuato la presenza di tratti particolari nei ragni che hanno vissuto questi eventi metereologici estremi.

Prevale, in queste popolazioni, una certa aggressività (cannibalizzazione maschi e uova e maggior combattività) che permette loro di essere più efficienti nell’acquisizione di risorse in tempo di magra, una maggior violenza quando sono private del cibo a lungo ma anche quando si trovano in forti condizioni di stress causate dal caldo eccessivo.

Questa aggressività, inoltre, risulta essere ereditaria ed è un fattore importante per la loro sopravvivenza e capacità di perpetrare la specie.

I cicloni sembrano proprio influire su questo tratto, causando maggior calore a causa dell’asportazione dello strano esterno delle tane e fanno diminuire il numero di prede.

Sorprendentemente, dunque, i cicloni sembrano avere un ruolo importante nella sopravvivenza e nella storia evolutiva di questi ragni particolarmente resistenti ed aggressivi.

Quanto è interessante?
4