Ex dipendenti Twitter accusati di spionaggio per conto dell'Arabia Saudita

Ex dipendenti Twitter accusati di spionaggio per conto dell'Arabia Saudita
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Le forze dell'ordine federali degli Stati Uniti hanno dato il via ad una serie di provvedimenti nei confronti di ex dipendenti Twitter che avrebbero effettuato azioni di spionaggio per conto dell'Arabia Saudita, per permettere al Governo locale di tracciare i dissidenti.

Il Dipartimento di Giustizia ha accusato Ali Alzabarah ed Ahmad Abouammo di aver usato la piattaforma interna per monitorare gli account Twitter per conto dell'esecutivo. Secondo quanto riferito, Alzabarah avrebbe ottenuto informazioni personali per oltre 6.000 account, incluso quello del dissidente di alto profilo Omar Abdulaziz, che sarebbe anche alleato del compianto giornalista del Washington Post, Jamal Khashoggi.

Sotto la lente sarebbe finito anche un terzo uomo, Ahmed Almutairi, che avrebbe fatto da intermediario tra il Governo Saudita ed il personale di Twitter.

Il trio, secondo quanto riferito dalla stampa americana oggi, avrebbe collaborato con Bader Al Asaker, un funzionario saudita che dirige un'organizzazione benefica appartenente al principe ereditario Mohammad bin Salman. Il Dipartimento di Giustizia sostiene che Asaker avrebbe iniziato a lavorare con i dipendenti di Twitter nel 2014, nel tentativo di ottenere informazioni, pagando Abouammo 300mila Dollari e regalandogli un orologio Hublot da 20mila Dollari.

Twitter in una dichiarazione ha affermato che le informazioni sensibili degli utenti erano accessibili solo da un gruppo di "dipendenti formati e controllati".

Quanto è interessante?
2