Ex dirigente Google avvisa: ricercatori sull'intelligenza artificiale stanno "creando Dio"

Ex dirigente Google avvisa: ricercatori sull'intelligenza artificiale stanno 'creando Dio'
di

Mo Gawdat, ex Chief Business Officer per l'organizzazione Moonshot di Google, in una nuova intervista con The Times ha parlato dell'argomento "intelligenza artificiale". L'ex dirigente di Google afferma di credere nell'intelligenza artificiale forte, ovvero quell'IA che potrebbe diventare cosciente di sé o sapiente.

Secondo l'intervistato, questa intelligenza artificiale rappresenterà un grave problema per l'umanità. Gawdat è rimasto scioccato da questi software quando stava lavorando con degli sviluppatori di Google X a un progetto di un braccio robotico in grado di trovare e raccogliere delle palline.

Dopo un periodo di lenti progressi, Gawdat ha raccontato che il braccio ha finalmente afferrato la pallina in un gesto che, a lui, sembrava di esibizione. "All'improvviso mi sono reso conto che questo è davvero spaventoso", ha dichiarato l'ex Chief Business Officer. "La realtà è che stiamo creando Dio".

Gawdat non è il primo ad avvisare sui pericoli dell'intelligenza artificiale: per Elon Musk le IA sono più pericolose delle armi nucleari, mentre secondo Stephen Hawking l'umanità può estinguersi per colpa di questi software. Sono tanti gli studi del settore che si stanno occupando di intelligenza artificiale e, in futuro, sarà sempre più utilizzata.

Tuttavia, è necessario sottolineare che l'IA potrebbe tornarci davvero utile se utilizzata per bene, poiché è capace perfino di individuare e combattere il cancro e l'Alzheimer.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
4