HTC Exodus 1: lo smartphone con blockchain che si paga in Bitcoin

HTC Exodus 1: lo smartphone con blockchain che si paga in Bitcoin
di

Sono aperti i preorder per Exodus 1, uno smartphone HTC con all'interno un'area protetta in cui conservare le chiavi private di Ethereum, Bitcoin e altre criptovalute.

Exodus 1 è stato annunciato a maggio di quest'anno e per quanto riguarda lecaratteristiche tecniche di questo dispositivo, si parla di un display da 6" QHD+, uno Snapdragon 845, 16Gb di memoria Ram e 128GB di archiviazione. La componente fotografica riporta un sensore da 16MP posteriore ed uno frontale da 8MP. Il tutto alimentato da una batteria da 3500 mAh. E' certificato con lo standard IP68.

Di sicuro la caratteristica più interessante dell'Exodus 1 é la Zion Wallet, ovvero un'area protetta del dispositivo che utilizza la blockchain: Quest'area è tenuta separata da Android, per evitare che Hacker possano raggiungere i dati privati relativi alle chiavi delle criptovalute.

In caso di smarrimento o nel caso in cui lo smartphone venisse rubato, è possibile recuperare la chiave privata attraverso una procedura detta "Social Key Recovery", secondo la quale l'utente seleziona dei contatti fidati con cui condividere la chiave mediante l’algoritmo Secret Sharing di Shamir. Solo il proprietario può unire le singole parti della chiave; HTC ha inoltre aggiunto alcune app che usano la blockchain.

Attualmente è possibile preordinare Exodus 1 sul sito ufficiale, pagando tramite bitcoin o Ether (precisamente 0.15 bitcoin o 4.78 Ether pari a $958,14 e $967,62). Ci si aspetta che le prime unità vengano spedite per il mese di dicembre.

Quanto è interessante?
4
HTC Exodus 1: lo smartphone con blockchain che si paga in Bitcoin