Facebook accusata di spionaggio nell'Unione Europea

di

La Commissione per la Protezione della Privacy (CBPL), un'autorità belga, sta investigando sul noto social network per potenziali azioni di spionaggio, stile NSA. La CBPL stava già lavorando da un po' al caso in realtà, ma grazie alle ultime rivelazioni di Snowden la situazione si è fatta più calda.

Infatti, a giugno di quest'anno la CBPL disse di avere tutta l'intenzione di voler portare Facebook davanti ai giudici, dichiarando che essa stava violando le leggi locali in merito alla privacy. Sembra che il social network raccolga dati che vanno ben oltre i dati personali, scatenando l'ira della commissione belga.
La CBPL ha accusato l'azienda di adottare clausole sulla privacy fatte ad hoc per ogni paese, e infatti il Belgio non è stata l'unica nazione a lamentarsi.
Facebook non ha ancora risposto in merito, ma dovrebbe farlo a breve.

Le violazioni della privacy si stanno facendo sempre più invadenti nell'Unione Europea, quindi il caso del famoso social non meraviglia poi più di tanto.  

Quanto è interessante?
0