Facebook cambia algoritmo: stretta contro contenuti copiati e spazzatura

Facebook cambia algoritmo: stretta contro contenuti copiati e spazzatura
di

Facebook è considerato da sempre più persone un valido strumento per informarsi, con tutti i rischi del caso. Non solo fake news: anche tanti piccoli blog infarciti di pubblicità che copierebbero i contenuti giornalistici di altre testate, monetizzando il lavoro degli altri. Ora un cambio all'algoritmo di Facebook vuole spazzare via il fenomeno.

La novità è stata raccontata dall'azienda a Tech Crunch due giorni fa. Così cambia il news feed: ora Facebook assegna ad ogni post un valore di autenticità, monitorando elementi come il titolo e le immagini —con l'obiettivo di combattere i post clickbait— e quindi il corpo dell'articolo, individuando se la notizia è stata copiata, facendo un lavoro di taglia e cuci, da un'altra testata.

Guerra a sensazionalismo e furto del lavoro di altri, entrambe attività abituali per una grossa galassia di piccoli blog che, a costo zero, riescono ad ottenere buoni profitti bombardando i visitatori con pubblicità invasive.

La mossa arriva dopo un sondaggio creato dalla stessa Facebook, dove le risposte degli utenti hanno fatto emergere un certo fastidio nei confronti dei contenuti trash, dei freebooter, e, in generale, siti amatoriali che propongono contenuti scadenti o copiati, traendo in inganno gli utenti con titoli e immagini accattivanti che poi non trovano riscontro nel corpo della notizia.

Tech Crunch nel riportare la novità non si fa nemmeno scappare l'occasione di fare un esempio che tocca la redazione del sito da vicino: un blog dal grottesco titolo "Latet Nigerian News" che avrebbe di recente rubato interamente un articolo del sito senza citare la fonte (immagine in calce). Ovviamente sito che senza investire soldi nel contenuto, non si è fatto problemi di caricare la notizia rubata con ads e banner ambigui. Chi sa se la misura di Facebook porterà ad una drastica riduzione del fenomeno.

Quanto è interessante?
3

Alla ricerca di consigli di stile? Acquista The Blond Salad su Amazon, il libro della fashion blogger più popolare e apprezzata.

Facebook cambia algoritmo: stretta contro contenuti copiati e spazzatura