Facebook cancella 1600 account di propaganda russa, interessata anche l'Italia

Facebook cancella 1600 account di propaganda russa, interessata anche l'Italia
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Meta ha annunciato la chiusura di oltre 1.600 account Facebook che avevano diffuso propaganda russa in Germania, Italia, Francia, Regno Unito e Ucraina.

La notizia è stata confermata dalla stessa compagnia di Menlo Park, la quale ha sottolineato che si trattava della rete più grande e complessa collegata alla Russia identificata dal via alla guerra in Ucraina dello scorso febbraio.

Il team di Meta, a seguito dell’identificazione degli account, ha provveduto a disabilitare il “network di fake news” prima che i post potessero raggiungere un pubblico più ampio, ma non è chiaro quante visualizzazioni abbiano raggiunto tali post.

Secondo quanto emerso, questa operazione di propaganda avrebbe coinvolto più di 60 siti copia, tra cui figuravano anche versioni fasulle di Ansa e Repubblica che sfruttando l’interfaccia grafica simile diffondevano bufale e fake news.

I numeri sono davvero impressionanti: si parla di 1633 account, 703 pagine, un gruppo e 29 profili Instagram, che portavano avanti una narrativa incentrata sulla guerra. Su questa rete venivano promossi anche meme e video YouTube.

Come riportato dall’ANSA, Meta ha parallelamente smantellato una rete più piccola di fake news della Cina che tentava di diffondere contenuti politici negli USA, ma questa campagna non sembra aver raggiunto l’Italia.

Ricordiamo che sin dal via all’invasione in Ucraina, YouTube e Facebook hanno bloccato i media russi.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
2