Facebook Messenger avvia test crittografia end-to-end: finalmente migliora privacy

Facebook Messenger avvia test crittografia end-to-end: finalmente migliora privacy
di

Facebook spinge ancora di più per la tutela della sicurezza online degli utenti: mentre su WhatsApp sono arrivate nuove feature per la privacy, su Messenger è iniziato il test della crittografia end-to-end in via predefinita, funzionalità che si diffonderà globalmente di default a tutti nel corso del 2023.

Con un post sul blog ufficiale dedicato, il gigante di Mark Zuckerberg ha ricordato che oggi Messenger già consente di attivare lo standard E2EE (End-to-end encryption), ma generalmente pochi utenti sono effettivamente attenti alla sicurezza delle loro conversazioni online. Di conseguenza, l’attivazione predefinita su Messenger sarà un provvedimento essenziale al fine di aggiungere un livello sostanziale di sicurezza a una piattaforma di chat utilizzata da oltre un miliardo di persone in tutto il mondo.

La crittografia end-to-end verrà attivata di default globalmente solamente nel corso del prossimo anno. Da questa settimana, invece, inizieranno i test con un numero limitato di utenti: “Se fai parte del gruppo di prova, alcune delle tue chat più frequenti potrebbero essere automaticamente crittografate end-to-end, il che significa che non dovrai attivare la funzione. Avrai comunque accesso alla cronologia dei messaggi, ma tutti i nuovi messaggi o le chiamate con quella persona saranno crittografati end-to-end. Puoi comunque segnalarci messaggi se ritieni che violino le nostre norme e noi li esamineremo e adotteremo le misure necessarie”, afferma Facebook.

Oltre al nuovo test dell'E2EE default, la società ha anche annunciato una funzionalità denominata "archiviazione sicura" che crittograferà i backup cloud della cronologia chat degli utenti su Messenger. Altre feature inedite in fase di test su Messenger includono la sincronizzazione dei messaggi eliminati su tutti i dispositivi, il blocco dell’invio dei messaggi e la crittografia ai messaggi vocali inviati tramite occhiali Ray-Ban Stories.

Restando in casa Meta, a inizio agosto la COO Sheryl Sandberg ha lasciato il suo ruolo.

FONTE: Facebook
Quanto è interessante?
1