Facebook: non consentiremo la censura nei Trending Topics

di
Facebook ha respinto in maniera categorica le accuse mosse da un rapporto pubblicato su Gizmodo secondo cui la redazione che cura le notizie sul social network avrebbe censurato volutamente alcune notizie provenienti dal partito Conservatore dai Trending Topics.

In una dichiarazione rilasciata a The Verge, l'azienda ha fermamente respinto tali accuse affermando di non aver mai censurato storie pubblicati da giornali di destra come Breidbart e Drudge Report in quanto la società “non permette la soppressione di prospettive politiche. Prendiamo le accuse di parzialità molto seriamente. Facebook è una piattaforma aperta a tutto lo spettro politico. Ci sono delle rigorose linee guida che vengono prese in esame da un gruppo, il quale le verifica per garantire la coerenza e neutralità. Queste linee guida non consentono la soppressione di prospettive politiche, né permettono la priorità di un punto di vista rispetto ad un altro o favoriscono una fonte in particolare. Le linee guida non prevedono la censura dai Trending Topics”.
I gestori della funzione hanno inoltre rivelato che l'algoritmo è istruito per non favorire le storie pubblicate da Facebook.