Facebook ora ha un direttore del reparto blockchain. Nuovi progetti legati alle crypto?

Facebook ora ha un direttore del reparto blockchain. Nuovi progetti legati alle crypto?
di

Facebook nei mesi passati non si è dimostrato esattamente tenero con il fenomeno criptovalute, al punto che adesso è vietato promuovere siti di trading o ICO in tutti i social che fanno capo all'azienda. Oggi però sembra esserci una importante novità: Facebook ha messo un suo ingegnere a capo di un fantomatico reparto Blockchain. Novità in arrivo?

In precedenza il social network fondato da Mark Zuckerberg era riuscito a suscitarsi una certa antipatia da parte del variegato mondo di appassionati (e spesso fanatici) di criptovalute. Questo perchè lo scorso gennaio Facebook ha bandito da tutto il suo ecosistema le pubblicità di ICO o di siti di trading, inclusi quelli degli exchange di criptovalute. "Vogliamo che la gente continui a scoprire nuovi e prodotti e servizi attraverso gli annunci di Facebook, senza il timore di truffe o raggiri. Detto questo, ci sono molte aziende che promuovono opzioni binarie, ICO e monete virtuali che non operano in buona fede", aveva spiegato a suo tempo il Direttore del prodotto Rob Leathern a giustificazione dell'iniziativa.

Del resto quello delle ICO in particolare è un campo minato, prova ne è che come raccontava Buterin, il 90% dei progetti finanziati tramite Initial Coin Offering è "destinato a fallire". Una predizione da Cassandra, quella del fondatore di Ethereum, che non si discosta molto dalla realtà: di tutti i progetti lanciati grazie ad ICO nel 2017, sarebbero il 47% quelli che sono già falliti. E gli altri? C'è da capire se è questione di tempo o se, per la legge dei grandi numeri, qualcosa di effettivamente rivoluzionario e remunerativo per gli investitori (il famoso unicorno) ci sarà. Chiariamoci, numeri che non si distanziano nemmeno troppo da quelli delle startup tradizionali. Ma tanto basta ad aver giustificato le mosse del social network.

Sta di fatto che chi aveva bollato la misura restrittiva di Facebook come frutto di semplici pregiudizi o, addirittura, come tentativo ponderato di affossare la diffusione di tecnologie decentralizzate, forse dovrà ricredersi: ora Facebook ha un reparto interamente dedicato alla tecnologia Blockchain. Come spesso capita lo scopriamo grazie al profilo Linkedin di uno dei dipendenti dell'azienda: Evan Cheng.

Cheng, come apprendiamo da BTCNN.com, ha un Ph.D (l'equivalente del nostro dottorato) in Computer Science conseguito presso la Syracuse University, e ha, addirittura, vinto un premio nella ACM Software System Competition del 2012. É stato per tre anni Head of programming, e adesso è stato nominato a capo del reparto Engineering for Blockchain. Sempre da BTNCC veniamo a sapere che l'ingegnere avrebbe all'attivo, stando a diversi rumor, anche una serie di consulenze nel campo di questa tecnologia prestate a startup del settore. Insomma, sa il fatto suo.

Cheng non è l'unico che lavorerà in questo campo, anche Kevin Weil è stato nominato Vice Presidente del prodotto per Blockchain.

Ad oggi non è ancora stato rilasciato un comunicato ufficiale dell'azienda che renda più chiare le intenzioni di Facebook nel settore della Blockchain. In futuro chi sa, quello che è chiaro è che l'interesse da parte dei big per questo settore è tutt'altro che scemato. Insomma, criptovalute e registri decentralizzati sono ancora un tema caldo nel mondo del tech e della innovazione.

FONTE: btcnn.com
Quanto è interessante?
2

Alla ricerca di consigli di stile? Acquista The Blond Salad su Amazon, il libro della fashion blogger più popolare e apprezzata.