Facebook risponde ad Assange

di

Proprio ieri vi avevamo parlato delle accuse fatte dal fondatore di WikiLeaks Assange a Facebook, arrivando a definire il social network come il più grande impianto di spionaggio mai costituito; non si è fatta attendere la risposta dalla società di Zuckerberg, che prende semplicemente le distanze da quanto affermato da Assange. Il gruppo spiega a Forbes che la risposta è dovuta soltanto ad accuse formali e non a parole al vento. Facebook respinge le accuse al mittente, affermando di aver molto a cuore la privacy dei propri utenti ed intende prodigarsi affinché tale tutela possa essere garantita.

Quanto è interessante?
0