Facebook: i social saranno mirati solo agli adolescenti, il futuro è il metaverso?

Facebook: i social saranno mirati solo agli adolescenti, il futuro è il metaverso?
di

La scorsa settimana è trapelato un rumor secondo cui Facebook cambierà nome a breve per ripulire la propria immagine politica e per diversificare i servizi oltre ai social network. In attesa della conferenza in cui verrà presentato il nuovo nome del colosso informatico, emergono informazioni su quali saranno i suoi interessi in futuro.

Mark Zuckerberg ha comunicato di aver riposizionato alcuni team della compagnia per "rendere i servizi per il pubblico young-adult la nostra stella polare". Il commento del CEO di Menlo Park è arrivato durante una conferenza con gli azionisti dell'azienda, e dovrebbe rispondere alla mancanza di interesse dei giovani per Facebook e al declino del tempo che essi passano sul social network. Secondo Zuckerberg, infatti, "Molti dei nostri servizi sono stati pensati per essere il meglio per tutti gli utenti che li usano, e non solo per gli adolescenti e per i giovani".

La scelta di spostare il focus di Facebook dal pubblico generale a quello dei giovani è dovuta a dei calcoli ben precisi: l'azienda prevede che la crescita degli utenti tra le persone più adulte e tra gli anziani sarà molto lenta nei prossimi anni, ma anche che diventerebbe molto più rapida se, al posto di concentrarsi su tutte le fasce d'età, i social prediligessero solo gli utenti più giovani.

Su Facebook il cambiamento richiederà anni di lavoro, mentre su Instagram esso sarà più rapido: stando alle parole di Zuckerberg, infatti, l'app riceverà "significativi cambiamenti" in futuro, che "faranno dei Reels una parte centrale dell'esperienza". Ovviamente si tratta è una risposta a TikTok, che il CEO del colosso informatico ha chiamato "uno dei competitor più efficaci e efficienti che abbiamo".

Lo spostamento delle priorità dell'azienda, comunque, riguarderà molto probabilmente anche i nuovi prodotti. In particolare, Zuckerberg ha confermato di voler spendere almeno 10 miliardi di dollari nell'AR e nel VR, investendo enormi quantità di denaro nei Facebook Reality Lab sparsi per il mondo. Si tratta di un deciso salto in avanti nel metaverso, che potrebbe essere il motivo del cambio di nome di Facebook e che viene ripreso da una lettera scritta dalla compagnia agli investitori, nella quale viene detto che "Siamo impegnati a rendere realtà le nostre visioni a lungo termini, e ci aspettiamo di accrescere gli investimenti in queste tecnologie per diversi anni".

La mossa di Facebook dovrebbe dunque favorire lo sviluppo di headset VR e AR e di una piattaforma per il metaverso, che secondo l'azienda sarà "la prossima generazione di esperienza sociale online". Secondo i più critici, però, lo spostamento delle priorità di Menlo Park indica anche una crisi, o quantomeno un declino, dei suoi social network già affermati: l'azienda, nel 2021, non ha raggiunto i propri obiettivi di guadagno, mancandoli di ben un miliardo di dollari.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4