Facebook voleva anche i dati medici degli utenti, ma per un progetto interessante

di

Negli ultimi giorni la società più chiacchierata è stata senza dubbio Facebook, complice anche il caso Datagate, e con il passare del tempo stanno emergendo sempre più dettagli e retroscena sulla compagnia.

Secondo quanto riferito da CNBC, Facebook di recente aveva progettato un programma di ricerca che mirava a raccogliere i dati medici dei propri utenti al fine di sviluppare approfondimenti su come i dati sociali potrebbero aiutare la sensibilizzazione e lo sviluppo di cure per i pazienti. Il progetto, alla luce delle recenti polemiche, sarebbe stato messo in pausa, ma a quanto pare la compagnia si sarebbe rivolta ad un gran numero di organizzazioni sanitarie, tra cui la Stanford Medical School e l'American College of Cardiology.

Il piano prevedeva l'uso di dati anonimi di Facebook e di operatori sanitari. Le informazioni di Facebook includevano l'età, lo stato civile, l'eventuale presenza di figli, le lingue parlate e le interazioni sociali, abbinate a dati sanitari come età, condizioni mediche, farmaci prescritti, e quanto spesso visitano i dottori.

Attraverso questo approccio, i ricercatori avrebbero dovuto verificare se le informazioni aggiuntive fornite sai social potrebbero contribuire a migliorare lo stato di salute e le cure dei pazienti. Ad esempio, trovare un paziente che non abbia familiari o amici nelle vicinanze potrebbe essere necessario per richiedere ad un infermiere di controllare quel paziente a casa dopo un intervento chirurgico, è l'esempio che porta CNBC.

L'approccio è molto interessante, ma come affermato dalla stessa società di Mark Zuckerberg lo scorso mese, il tutto è stato messo in pausa a causa dello scandalo Datagate. Un portavoce, infatti, ha affermato che "Facebook ha deciso di interrompere il progetto in modo tale da permetterci di concentrarci su altri lavori, tra cui la protezione dei dati delle persone ed essere più chiari su come tali dati vengono utilizzati nei nostri prodotti o servizi".

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
3

Alla ricerca di consigli di stile? Acquista The Blond Salad su Amazon, il libro della fashion blogger più popolare e apprezzata.