Fake News: l'UE punta i fari verso le elezioni italiane

di

Sulle elezioni italiane del prossimo 4 Marzo, e le possibili ingerenze da parte degli stati esteri, veglia anche l'Unione Europea. A darne l'annuncio Mariya Gabriel, commissario dell'Unione Europea per il digitale, che nel corso di un'intervista rilasciata al QuotidianoNazionale, ha parlato della questione.

La rappresentante della Commissione Europea ha affermato che “intendiamo occuparci di tutti i diversi aspetti delle fake news, in particolare fake news su temi sociali e politici. I vari processi elettorali, come quello in corso in Italia, saranno evidentemente presi in considerazione, però non ci focalizzeremo su un caso particolare. Ciò farà parte della nostra analisi approfondita”.

La Gabriel ha anche affermato che l'UE sta lavorando dal 2015 contro le campagne disinformazione in corso dalla Russia, che hanno il solo obiettivo di "destabilizzare le democrazie europea, in particolare dell'Europea dell'Est", ma nonostante ciò anche il prossimo, importantissimo processo elettorale che si aprirà in Italia merita una stretta sorveglianza da parte del massimo organo sovrannazionale dell'Europea.

A tal proposito, l'UE ha messo su una vera e propria task force contro le bufale. Si parte da un Gruppo che fornirà attività di consulenza alla Commissione Europea per contrastare il fenomeno delle fake news. Questo gruppo sarà composto da 39 esperti. Per l'Italia saranno presenti il docente della Bocconi, Oreste Pollicino, i giornalisti Gianni Riotta e Federico Fubini e la manager Mediaset Gina Neri.

Quanto è interessante?
6