I fan delle distro Linux possono ora ritrovare "sudo" su Windows 11

I fan delle distro Linux possono ora ritrovare 'sudo' su Windows 11
di

Dopo aver approfondito la modifica dei PDF in ambito Linux, è giunto il momento di tornare a fare riferimento a una questione per certi versi legata a quest'ultimo. Infatti, il mitico comando "sudo", generalmente associato ai sistemi operativi basati su Unix (Linux e macOS), sta arrivando su Windows 11.

Sì, avete capito bene: come riportato anche da MSPowerUser e The Verge, nonché come spiegato a inizio febbraio 2024 direttamente da Jordi Adoumie, Product Manager, sul blog per sviluppatori di Microsoft, la Preview Build 26052 legata al programma Windows 11 Insider introduce la possibilità di ottenere i privilegi dal Prompt dei comandi in questo modo.

Microsoft sta insomma portando su Windows 11 il metodo per "elevare" un comando senza dover necessariamente aprire un altro Prompt con privilegi elevati. Va detto che in realtà, di base, l'iconico comando "sudo" significa "substitute user do" o "superuser do", nel senso che viene concesso temporaneamente di fare uso dei permessi di un altro utente, ergo il cosiddetto "superutente", per eseguire comandi di amministratore.

L'azienda di Redmond ha spiegato per l'occasione che il progetto verrà reso open source su GitHub. Per il resto, per il momento risulta necessario, per gli sviluppatori coinvolti, attivare manualmente il comando. Per intenderci, c'è proprio un'apposita opzione "Abilita sudo" nelle Impostazioni di Windows 11.