Fantascienza nel mondo reale: creato un ologramma che può essere "toccato"

Fantascienza nel mondo reale: creato un ologramma che può essere 'toccato'
di

Quello che può essere visto nelle opere di fantascienza un giorno - molto molto lontano - potrebbe essere creato anche nella realtà. Gli scienziati dell'Università di Glasgow, infatti, hanno ideato un metodo per permettere di "toccare" gli ologrammi.

Il sistema utilizza getti d'aria noti come "aerohaptics" per replicare la sensazione del tatto. Questi getti d'aria possono farti sentire "le dita, le mani e i polsi delle persone" (non sarebbe la prima volta), secondo quanto affermato da Ravinder Daahiya, un ricercatore che ha lavorato al progetto e che è stato spiegato sulla rivista Advanced Intelligent Systems.

"Col tempo, questo sistema potrebbe essere sviluppato per permetterti di incontrare l'avatar virtuale di un collega dall'altra parte del mondo e sentire davvero la sua stretta di mano", scrive Daahiya su The Conversation. "Potrebbero anche essere i primi passi verso la costruzione di qualcosa come un ponte ologrammi".

Un ponte ologrammi, per chi non lo sapesse, è una tecnologia utilizzata nell'universo di Star Trek che permette di realizzare scene ultra realistiche con gli ologrammi. Tornando alla 'vera' tecnologia del team di ricercatori di Glasgow, gli esperti hanno affermato di aver toccato la superficie virtuale di un pallone da basket, consentendo agli utilizzatori di sentire la forma arrotondata della palla mentre rotolava sulla punta delle dita o mentre rimbalzava.

Il sistema, confessa Daahiya, è attualmente limitato, ma spera che alla fine possa essere utilizzato per creare alcune esperienze davvero fuori dal comune. Una cosa è sicura: in futuro questa tecnologia potrà perfino farci fare delle videochiamate.

Quanto è interessante?
4