FAPAV fotografa la pirateria in Italia: cresce l'IPTV, "abbonati" 2 milioni di italiani

FAPAV fotografa la pirateria in Italia: cresce l'IPTV, 'abbonati' 2 milioni di italiani
di

La FAPAV ha scattato la periodica fotografia della pirateria in Italia, attraverso una ricerca condotta da Ipsos che mostra come l'incidenza complessiva della pirateria si sia attestata al 38% nell'ultimo anno, un dato in linea con i dati pre pandemia.

Nonostante ciò, però, la FAPAV osserva che il numero di atti illeciti è in calo rispetto al bimestre medio del 2019, e sono passati da 69 a 57 milioni.

Con la ripresa degli eventi sportivi, però, si è assistiti ad una ripresa della pirateria sportiva che negli ultimi 12 mesi si è attestata al 14% rispetto al 10% del 2019. Il contenuto più piratato dagli italiani resta il film, a quota 25%, seguito dalle serie tv e fiction al 20%. Cala l'incidenza ed il numero di atti della pirateria fisica ed indiretta mentre quella digitale è cresciuta del 4% rispetto al 2019.

Merita menzione a parte l'IPTV, che è sempre l'osservato speciale ed ha registrato un aumento dell'incidenza al 21% negli ultimi 12 mesi contro il 19% del lockdown. Secondo la FAPAV, quasi 11 milioni di italiani di cui circa 2 milioni hanno dichiarato di possedere un abbonamento.

Il 30% degli intervistato da Ipsos, invece, ha svelato di aver sottoscritto nell'ultimo anno un nuovo abbonamento a piattaforme legali di contenuti audiovisivi.

Quanto è interessante?
5