Le farfalle conservano i loro ricordi di bruco? La risposta è incredibile

Le farfalle conservano i loro ricordi di bruco? La risposta è incredibile
di

Non c'è niente di più incredibile su questo mondo della natura. Perfino le più incredibili creazioni degli esseri umani impallidiscono a confronto con l'operato di Madre Natura, che opera in un sistema perfetto e in continua trasformazione. É proprio questo di cui parleremo oggi: trasformazione, un evento che sulla Terra è presente in tutto.

Una di queste trasformazioni sicuramente più significative - almeno nel mondo animale - è data dalla metamorfosi del bruco in una farfalla, che molti scienziati considerano attualmente come un vero e proprio mistero; un evento considerato banale ma che in realtà sembra essere davvero complesso e con meccanismi profondi (il veleno di questo bruco potrebbe aiutarci contro le malattie).

Durante la metamorfosi le parti del corpo del bruco vengono liquefatte e poi riorganizzate, dando vita a una "nuova" creatura molto diversa dalla sua forma precedente. A questo proposito, i ricercatori si sono sempre interrogati su una domanda difficile da rispondere: le farfalle si "ricordano" della loro "vita precedente" quando erano bruchi? Adesso abbiamo una risposta.

In uno studio, i ricercatori sono riusciti ad addestrare dei bruchi a evitare l'odore di acetato di etile facendoli stare alla larga dalla sostanza. Come hanno fatto? Gli addetti ai lavori hanno accoppiato la sostanza chimica, spesso utilizzata nel solvente per unghie, con una leggera scossa elettrica: quando si avvicinavano troppo, insomma, veniva data ai bruchi una scossa.

Successivamente, quando i bruchi si sono trasformati in falene, la maggior parte delle farfalle ha continuato a evitare l'odore della sostanza chimica. Ciò suggerisce che le farfalle possano ricordarsi delle loro esperienze di quando erano soltanto un bruco. Incredibile, no? A proposito: è vero che le farfalle vivono solo un giorno?