Farsi mordere da un serpente velenoso negli USA ti può costare 143.000$

Farsi mordere da un serpente velenoso negli USA ti può costare 143.000$
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Una ragazza di nove anni è stata morsa da un serpente velenoso, ma il vero attimo di paura e dolore è iniziato quando l'ospedale dove è stata in cura ha presentato la parcella da pagare: 143.000% per appena 24 ore di degenza.

L'ospedale ha chiesto alla famiglia della bambina 55.577$ per il trasporto via elicottero, e 16.989,25$ per ogni singola dose di siero. Secondo Ars Technica il prezzo di mercato per una dose di antidoto si aggira attorno ai 3.198$.

La bambina è stata morsa durante un campo estivo in Illinois, mentre stava giocando all'aperto. Probabilmente il serpente che l'ha morsa era un serpente testa di rame, un rettile velenoso che appartiene alla stessa famiglia delle vipere ed è diffuso nella parte orientale del Nord America. Il serpente costituisce un pericolo per l'uomo, anche se è molto raro che il suo morso sia mortale, e i casi di decesso causati dal testa di rame non sono moltissimi.

La ragazzina è stata subito trasferita in ospedale via elicottero, là le hanno somministrato 4 dosi di un antidoto chiamato CroFab. Poi la ragazza è stata trasferita in un altro ospedale, dove è stata ricoverata. Dopo nemmeno 24 ore era tornata a casa dai genitori.

Arstechnica racconta che il CroFab come molti altri antidoti è ricavato in un modo piuttosto standard: i ricercatori estraggono il veleno da un serpente, e poi lo iniettano su un animale, ad esempio un cavallo o una pecora. L'animale, che ha una resistenza alle tossine per ragioni genetiche, inizia a rilasciare alcuni anticorpi che inibiscono l'effetto del veleno. Questi anticorpi vengono quindi isolati e utilizzati per sintetizzare l'antidoto.

Negli Stati Uniti sono circa 50.000 le persone che in un anno richiedono un trattamento a base di antidoti, non tantissime, motivo per cui i prezzi per una sola iniezione sono molto alti.

Negli Stati Uniti non esiste qualcosa di paragonabile al Sistema Sanitario Nazionale per la maggior parte delle persone, il che vuol dire che i costi delle singole cure non sono pagate con i soldi dei contribuenti, ma ogni persona deve avere la premura di stipulare un'assicurazione.

Non è detto che le assicurazioni coprano tutto, anzi, molto spesso non è così. La rarità dei morsi degli animali velenosi potrebbe far sì che le assicurazioni decidano di non includerle normalmente. Motivo per cui per una cura salva vita si rischia di finire sul lastrico.

Qualche puntualizzazione: ad una ulteriore analisi da parte della KHN, è emerso che la bambina fosse coperta da assicurazione, e che questa abbia coperto la maggior parte delle cure. Peraltro la loro assicurazione è pure riuscita a contrattare un prezzo più basso per gli antidoti di quello inizialmente chiesto: 44.092$ contro i 67.957$ iniziali. In seconda battuta dal momento dell'episodio ad oggi il prezzo dell'antidoto in questione è sceso di moltissimo: ora l'ospedale lo fa pagare 5.096$. Questo perché è entrato sul mercato un antidoto equivalente prodotto da un'azienda messicana, l'Anavip, che viene appena 1.220$.

Quanto è interessante?
4