Fatturazione a 28 giorni: nessun rimborso entro la fine dell'anno

Fatturazione a 28 giorni: nessun rimborso entro la fine dell'anno
di

Si tinge di giallo la questione relativa ai rimborsi da parte degli operatori telefonici italiani per il sistema di fatturazione a 28 giorni, che sarebbero dovuti arrivare entro la fine dell'anno sulle schede telefoniche degli utenti.

Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato da Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb ed ha congelato l'erogazione dei rimborsi, che quindi non dovranno arrivare per forza entro il 31 Dicembre.

Si tratta però di una sospensiva, che però accoglie tutte le richieste delle compagnie telefoniche che avevano scelto di percorrere questa via a seguito della sentenza del TAR dello scorso mese, che aveva confermato l'obbligo di rimborsare gli utenti per i giorni in più erosi attraverso il vecchio sistema che è divenuto illegale a seguito della legge presentata dall'ex ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda.

Il tutto risale a qualche mese fa, quando l'AGCOM non aveva solo disposto l'obbligo di rimborso ma anche una multa da 1,1 milioni di Euro, poi eliminata dal TAR a Novembre che aveva però confermato l'obbligo di risarcire gli utenti.

La questione però è ancora aperta e la parola "fine" si scriverà solo nel corso dei prossimi mesi. Attendiamo ulteriori novità a riguardo.

Quanto è interessante?
8

Il caffè di Starbucks a casa tua con le pratiche capsule in vendita su Amazon.it, compatibili con le macchine espresso delle principali marche.