FBI, CIA ed NSA invitano gli utenti americani a non usare smartphone Huawei

di

I responsabili di sei tra le maggiori agenzie d'intelligence degli Stati Uniti hanno rilasciato delle dichiarazioni secondo le quali, i cittadini americani non dovrebbero usare prodotti e servizi sviluppati dai giganti cinesi Huawei e ZTE. Questi funzionari dei servizi segreti hanno rilasciato queste dichiarazioni durante l'udienza del Comitato d'Intelligence del Senato.

Durante l'udienza, il direttore dell'FBI Chris Wray ha affermato che il Governo è preoccupato per il possibile trattamento dei dati personali degli utenti e del potenziale spionaggio non rilevato da parte delle aziende.

Non è la prima volta che la community d'intelligence americana punta il dito contro Huawei, che è fondata da un ex ingegnere dell'Esercito Popolare Cinese e che è stata più volte descritta dai politici statunitensi come un "braccio del governo cinese".

Sebbene Huawei abbia iniziato la propria attività come azienda di telecomunicazioni, creando hardware per le infrastrutture, gli smartphone della società nel corso degli ultimi anni hanno acquisito una popolarità incredibile. Lo scorso settembre, infatti, il marchio ha addirittura superato Apple come secondo più grande produttore di smartphone al mondo, piazzandosi dietro Samsung, secondo i dati forniti da Counterpoint Research.

La compagnia però non è mai riuscita ad insediarsi nel mercato top di gamma americano, anche a causa dell'ostilità da parte del governo. Lo scorso mese, Huawei aveva programmato il lancio del nuovo Mate 10 Pro negli USA attraverso AT&T, ma l'operatore si è tirato indietro all'ultimo, secondo molti per ragioni politiche.

I legislatori americani ad oggi stanno considerando una proposta di legge che potrebbe vietare ai dipendenti governativi di utilizzare tutti i telefoni Huawei e ZTE. Durante l'udienza di martedì, il senatore repubblicano Richard Burr, ha dichiarato che "il punto centrale della mia preoccupazione è la Cina, in particolare marchi come Huawei e ZTE, che hanno largamente confermato di avere legami straordinari con il governo cinese".

In risposta a questi commenti, un portavoce di Huawei a CNBC ha affermato che "Huawei è consapevole di una serie di attività del governo degli Stati Uniti che sembrano destinate ad inibire l'immagine della società dal mercato americano. Huawei gode della fiducia di governi e clienti in 170 paesi in tutto il mondo e non pone rischi di cybersecurity più elevati di qualsiasi altro fornitore del settore TLC".

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
6