FBI: taglia da 100mila Dollari sulla Cryptoqueen, ricercata per una truffa da 4 miliardi

FBI: taglia da 100mila Dollari sulla Cryptoqueen, ricercata per una truffa da 4 miliardi
di

L’FBI ha ufficialmente aggiunto Ruja Ignatova, anche nota come la “Cryptoqueen”, nella lista dei 10 criminali più ricercati. L’annuncio è arrivato in un comunicato in cui il Bureau spiega di aver messo una taglia da 100mila Dollari per coloro che siano in possesso di informazioni utili al suo arresto.

Fondatrice di OneCoin, Ignatova è accusata di aver creato uno schema Ponzi da 4 miliardi di Dollari nel 2014. La Ignatova fino a qualche anno fa ha viaggiato per il mondo e partecipato a conferenze sul mondo delle criptovalute, dove pubblicizzava OneCoin come “il killer del Bitcoin”, ma le indagini effettuate hanno scoperto che dietro il token non c’era alcuna tecnologia blockchain.

Gli USA hanno emesso un mandato federale per l’arresto di Ignatova nel 2017, l’anno in cui la Ignatova ha fatto perdere le sue tracce. Secondo l’FBI però ha viaggiato da Sofia, in Bulgaria, ad Atene.

L’FBI ritiene che la ricercata viaggi con guardie armate e che abbia modificato il suo aspetto con interventi di chirurgia plastica. Nel 2019 invece era stato arrestato il CEO di OneCoin, il fratello della Ignatova, che si era dichiarato colpevole di riciclaggio di denaro e frode.

La stessa cryptoqueen era stata aggiunta all'elenco delle persone più ricercate in Europa dall'Europol.

FONTE: Insider
Quanto è interessante?
1