Fedez svela interessanti retroscena da Dario Moccia: 'primi contratti rap da fame'

Fedez svela interessanti retroscena da Dario Moccia: 'primi contratti rap da fame'
di

Il noto rapper italiano Fedez ultimamente si sta aprendo particolarmente al mondo del Web, visto anche l'avvio del suo canale Twitch ufficiale. La piattaforma di Amazon è per natura un luogo virtuale in cui possono nascere discussioni interessanti, proprio come quella andata in onda sul canale Twitch di Dario Moccia.

Infatti, il noto YouTuber e streamer ha intervistato Fedez nel corso di una diretta risalente a qualche giorno fa, che può essere recuperata in replica tramite Twitch. La chiacchierata con il noto rapper prende il via dal minuto 20:46 e si protrae per circa un'ora. Nel corso della live, Dario e Federico Leonardo Lucia, questo il vero nome del rapper 31enne, discutono di vari argomenti, dagli inizi della carriera dell'artista fino alla sua recente "riscoperta" delle carte Pokémon, passando per questioni personali che difficilmente erano emerse in altre interviste.

Si tratta sicuramente di un contenuto che mostra un lato diverso di Fedez rispetto a quello che emerge semplicemente dalle sue più note apparizioni televisive o musicali. Tra le affermazioni più interessanti effettuate dal rapper, troviamo quella relativa alla prima parte della sua carriera, quando aveva pubblicato il disco "Sig. Brainwash - L'arte di accontentare", uscito il 5 marzo del 2013 per Sony Music.

Al minuto 25:24, Dario va dritto al punto: "Avevo sentito in un'intervista a Marracash e Fibra, che, quando andarono in major, in realtà i contratti che offrivano erano da fame. Noi ragazzini che siamo cresciuti con i rapper di quell'epoca vedevamo i videoclip fighi su MTV, vedevamo i grandi concerti pieni di gente, però allo stesso tempo loro quando andavano a casa difficilmente arrivavano alla fine del mese perché avevano dei contratti veramente da fame. Quindi mi confermi tutto questo?".

La risposta di Fedez: "Sì, questo vale per la loro generazione e vale anche per la generazione dopo, quindi la terza generazione che comprende idealmente me ed Emis Killa. [...] I contratti non erano proprio alti, soprattutto se eri un emergente. Io ricordo il mio primo disco sotto major, che era [...] 'Sig.Brainwash - L'arte di accontentare', avevo fatto tre dischi di platino e avevo 2000 euro sul conto".

L'intervista effettuata da Dario Moccia contiene molte altre discussioni interessanti: quelli riportati sono semplicemente alcuni degli argomenti trattati.

Quanto è interessante?
6
Fedez svela interessanti retroscena da Dario Moccia: 'primi contratti rap da fame'