Fibra ottica, paradosso Italia: la copertura cresce, ma gli italiani non la attivano

Fibra ottica, paradosso Italia: la copertura cresce, ma gli italiani non la attivano
di

E' molto interessante il rapporto pubblicato in giornata odierna da RadioCor de Il Sole 24 Ore, che dipinge un quadro quanto meno particolare sullo stato della connettività in Italia. Secondo quanto affermato, infatti, nel nostro paese starebbe crescendo costantemente la copertura della banda ultralarga, ma a mancare sono gli abbonamenti.

Nello specifico, la copertura in Italia in fibra ottica è salita di 10 punti percentuali, ed il Bel Paese si è piazzato al diciottesimo posto nella classifica dell'Unione Europeo per copertura FTTH/B, avvicinandosi in maniera importante alla media europea.

Nel rapporto di iDate, visionato da Radiocor e che sarà presentato nella giornata di domani, è emerso che la copertura complessiva di abitazioni italiane in cui è possibile attivare la fibra è salita al 41%, per un totale di 11 milioni di case. Basti pensare che nel 2018-2019 tale dato era intorno al 30,6%.

L'Italia, a sorpresa, si piazza al secondo posto nell'UE (dietro a Francia e Germania) per aumento in termini assoluti di copertura da settembre 2019 al 2020, e terzo per aumento in termini percentuali della copertura.

Tuttavia, come dicevamo poco sopra, a mancare sono le connessioni in fibra: il take up italiano di FTTH/B è fermo al 14%, e l'Italia in questa classifica è al 34esimo posto su 39.

Nella giornata di ieri, nel frattempo, è stato attivato un nuovo portale che consente di verificare le aree in corso di copertura. Ad Aprile, intanto, è cresciuta ulteriormente la copertura.

Quanto è interessante?
7