Finisce l'epopea di ConstitutionDAO: voleva comprare la Costituzione americana in Ethereum

Finisce l'epopea di ConstitutionDAO: voleva comprare la Costituzione americana in Ethereum
di

Giusto ieri vi abbiamo parlato dell'impresa del gruppo ConstitutionDAO, che ha raccolto ben 47 milioni di dollari in criptovalute al fine di comprare all'asta una copia originale della Costituzione americana per donarla ad un museo in modo che fosse esposta gratuitamente al pubblico.

Nel giro di meno di ventiquattro ore, il gruppo è riuscito quasi a raddoppiare l'entità dei fondi raccolti, passando da 27 a 47 milioni di dollari tra il 18 e il 19 novembre grazie alla copertura mediatica del tentativo di ConstitutionDAO di comprare all'asta la tredicesima copia della Costituzione Continentale del 1776, battuta nel corso della notte dalla nota casa d'aste Sotheby's.

Purtroppo, però, neanche la fortuna raccolta da ConstitutionDAO è bastata per ottenere l'agognato pezzo di storia americana, che il gruppo desiderava donare ad un museo perché venisse esposta gratuitamente ai visitatori: ConstitutionDAO infatti ha perso l'asta e l'opera è stata venduta a 43.2 milioni di dollari ad un altro offerente, come potete vedere dal tweet di Sotheby's riportato in calce.

La decisione degli organizzatori del DAO di non rilanciare verso un'offerta più alta, pur avendo a disposizione un budget di 47 milioni di Dollari, dipende dal fatto che, anche se si fossero aggiudicati il pezzo, non avrebbero avuto il denaro per assicurarlo e trasportarlo in maniera sicura fino al museo a cui sarebbe stato donato.

Quella di ConstitutionDAO rimane comunque un'impresa formidabile anche al netto del suo fallimento: il gruppo, infatti, è stato creato nel giro di meno di una settimana, poco prima dell'asta di Sotheby's, ed è riuscito comunque a raccogliere una cifra enorme. Ora, le donazioni ricevute dal DAO saranno restituite ai contributori, ad eccezione delle spese di trasferimento sulla blockchain Ethereum. Intanto, Ethereum ha vissuto una settimana difficile, specie per via del "martedì nero" del 16 novembre, quando ha perso quasi il 10% del proprio valore.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
1