Fitbit: aumentano le vendite degli indossabili

di

Fitbit, sulla scia di altre società del settore, ha rilasciato i risultati finanziari relativi al Q1 2016, nel corso del quale la compagnia ha registrato un aumento delle vendite del 50%, a dimostrazione del fatto che la strategia messa a segno dal produttore, sta dando i propri frutti nonostante l'agguerrita concorrenza.

L'altra faccia della medaglia però è rappresentata dal fatto che Fitbit ha investito molto per guidare questa crescita, e ciò è dimostrato dal fatto che i costi operativi sono quasi triplicati, causando un calo dell'utile del 77% a 5 centesimi per azione. Dopo il rilascio di tale cifre, il titolo azionario in borsa è calato del 12%.
La nostra speranza è quella di accelerare il ritmo di sviluppo, ed allo stesso tempo abbassare il lasso di tempo che intercorre tra il lancio dei vari prodotti” ha affermato l'amministratore delegato James Park.
Fitbit, per fare fronte all'agguerrita concorrenza, ha messo a punto dei nuovi prodotti, tra cui i modelli Blaze ed Alta, più avanzati rispetto ai primi dispositivi. Il prezzo di 200 Dollari del Blaze, ad esempio, è al di sotto dei 299 Dollari dell'Apple Watch.
Il Blaze ed Alta hanno generato il 47% dei ricavi trimestrali. Il fatturato complessivo del trimestre è di 505 milioni di Dollari, in crescita rispetto ai 337 milioni di Dollari dello scorso anno, ed anche al di sopra delle aspettative degli analisti che avevano previsto 444 milioni di Dollari. La società ha venduto 4,8 milioni di fitness tracker, in aumento rispetto ai 3,8 milioni dello scorso anno.
Sono aumentate anche le spese di marketing, a 107 milioni di Dollari, e la società ha anche aumentato le assunzioni per il comparto di ricerca e sviluppo.
L'unica preoccupazione è che il ciclo di sostituzione dei fitness tracker è molto ampio, il che potrebbe provocare una frenata.

FONTE: WSJ
Quanto è interessante?
0