Un terzo dei fiumi degli Stati Uniti ha cambiato il suo colore... in peggio

Un terzo dei fiumi degli Stati Uniti ha cambiato il suo colore... in peggio
di

Il colore degli specchi d'acqua, come mari, laghi e fiumi riflette la salute di questi luoghi. Così, in un nuovo studio, per monitorare i fiumi degli Stati Uniti, gli esperti hanno utilizzato dei dati satellitari e hanno valutato la salute del corso d'acqua.

"Il colore dell'acqua, come percepito dall'occhio umano, è una misurazione intuitiva e ampiamente applicabile", spiega in un nuovo articolo un team di ricercatori guidato dallo scienziato ambientale John Gardner dell'Università del North Carolina. "È intuitivo poiché si basa sulla percezione umana del colore e le persone spesso distinguono l'idoneità dell'acqua per il consumo, la ricreazione e il valore estetico in base alla tonalità".

Analizzando quasi 235.000 immagini scattate nell'arco di 34 anni dal 1984 al 2018, i ricercatori sono stati in grado di misurare e monitorare i colori di tutti i grandi fiumi negli Stati Uniti continentali. Cos'hanno scoperto? Il colore dominante in un terzo dei fiumi americani è cambiato in modo significativo durante il periodo di studio.

Nel complesso, nel 56% delle osservazioni il colore dominante era principalmente giallo, seguito dal 38% delle osservazioni principalmente verde. La maggior parte di questi cambiamenti si è verificato vicino a dighe e aree urbane. Ovviamente, questo tipo di sistema non campiona direttamente l'acqua in un dato luogo per fornire un'analisi di ciò che contiene, ma l'analizza visivamente per poi, magari successivamente, condurre studi approfonditi sul suo contenuto.

Insomma, un metodo che potrebbe essere utilizzato per controllare i fiumi di tutto il mondo. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters.

Quanto è interessante?
4