Un flusso di vento solare ha colpito la Terra a 600 chilometri al secondo

Un flusso di vento solare ha colpito la Terra a 600 chilometri al secondo
di

In laboratorio gli scienziati hanno ricreato il vento solare, ma il nostro Sole riesce a stupire lo stesso giorno dopo giorno. Recentemente, infatti, il campo magnetico terrestre è stato colpito da un flusso di vento che ha raggiunto una velocità di oltre 600 chilometri al secondo.

"Questo evento non era nelle previsioni, quindi le aurore risultanti sono state una sorpresa", ha riferito SpaceWeather in un comunicato stampa. Sono tante le cose che non sappiamo sulla nostra stella, ma possiamo dire con (quasi) certezza che tali eventi provengono da grandi macchie luminose sul Sole conosciute come "buchi coronali".

Nonostante siamo molto bravi ad identificare e a prevedere questi eventi, spesso riescono a stupirci. All'inizio di domenica, il Deep Space Climate Observatory (DSCOVR) della NASA ha notato leggeri flussi di vento solare aumentati in modo significativo e inaspettato durante il giorno. La causa di questa tempesta solare è ancora sconosciuta e, tra le tante cose, potrebbe essere stata una mancata espulsione di massa coronale (CME).

Niente paura: il vento solare non è dannoso per noi qui sulla Terra perché siamo protetti in modo sicuro dall'atmosfera del nostro pianeta. Lo stesso discorso non può essere fatto per le infrastrutture tecnologiche, come la rete internet globale che rischia un KO, poiché sono a rischio a causa di questi sbalzi elettromagnetici.

Quanto è interessante?
3