Fonti di energia rinnovabili, come sta procedendo l'Italia?

Fonti di energia rinnovabili, come sta procedendo l'Italia?
di

Tra le sfide più urgenti per l'umanità c'è sicuramente quella della lotta al cambiamento climatico e per poter vincere questa difficile battaglia, è assolutamente necessario aumentare l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili.

Più di 11 anni fa ormai, l'Unione Europea ha predisposto una direttiva che imponeva ai suoi stati membri di perseguire due obiettivi:

  • coprire con il 20% di rinnovabili i consumi finali lordi di energia entro il 2020 (per l'Italia l'obiettivo è del 17%).
  • Coprire con il 10% di rinnovabili i consumi finali di energia legati ai trasporti entro il 2020.

Per assolvere al meglio a questo obbligo, l'Italia ha messo a punto un piano decennale, PAN, Piano d'Azione Nazionale per le energie rinnovabili, nel quale questi obiettivi dell'UE si delineavano, stabilendo anche gli strumenti normativi ma soprattutto economici per favorire l'utilizzo di risorse rinnovabili.

Stando ad uno degli ultimi rapporti statistici del 2018, per adesso l'Italia sarebbe sulla buona strada, essendo riuscita a raggiungere il suo obiettivo generico del 17%. L'unica nota dolente resta quella dei trasporti in cui il Bel Paese raggiunge appena il 7% di utilizzo di risorse rinnovabili. Certo, negli anni a venire le cose miglioreranno sicuramente, ma c'è ancora molto da fare per evitare che il riscaldamento globale, e il conseguente innalzamento del livello dei mari mettano a rischio le nostre vite. L'obiettivo del 20% imposto dall'Unione Europea è solo un punto di partenza e sicuramente negli anni successivi il consumo di fonti di energia rinnovabili dovrà aumentare sicuramente. Una sfida questa, a cui forse noi italiani per una volta possiamo affrontare con discreto ottimismo.

Quanto è interessante?
6