Queste formiche hanno "mandibole metalliche" affilate che potenziano i loro morsi

Queste formiche hanno 'mandibole metalliche' affilate che potenziano i loro morsi
di

Le formiche sono una famiglia di insetti sviluppata in tutto il mondo, con all’attivo migliaia di specie diverse. Questa estrema varietà è accomunata da una serie di caratteristiche morfologiche, tra cui troviamo le mandibole. Secondo un recente studio, alcune specie di formiche possiedono affilate "mandibole metalliche".

Le formiche utilizzano le porzioni mandibolari per lacerare, strappare e trasportare, in relazione a nutrizione o per utilizzi specifici a seconda della specie.

Un team di ricerca, guidato da Robert Schofield, fisico dell'Università dell'Oregon a Eugene, tramite immagini al microscopio, ha analizzato le mandibole della specie Atta cephalotes, nota come formica taglia foglia.

Da queste osservazioni, il team ha stabilito che sulla superficie mandibolare è presente uno strato uniforme di zinco, che consentirebbe alla specie di “affilare” i propri strumenti mandibolari, le cui proteine strutturali sono strettamente legate agli atomi di zinco dello strato metallico.

Gli studiosi, inoltre, comparando gli apparati mandibolari di diverse specie di insetti ed artropodi, costituiti prevalentemente da fosfato e carbonato di calcio unitamente alla proteina strutturale chitina(costituente dell'esoscheletro che permetterà di colonizzare Marte), hanno scoperto che il rivestimento metallico, affilandole, rende queste strutture più resistenti alla forza meccanica e all’abrasione.

Grazie a stime effettuate sulla potenza del morso della specie in esame, i ricercatori hanno constatato che, le mandibole così costituite e affilate, dette biomineralizzate con elementi pesanti, risultano più efficienti nel tagliare e perforare, sfruttando il 40% di forza muscolare in meno del normale.

Grazie a questo atipico e ingegnoso stratagemma, queste formiche riescono ad ottenere strumenti affilati, che le consentono di manipolare, tagliare e strappare materiali(come le foglie ad esempio) che, in proporzione alle loro dimensioni, risultano troppo resistenti, anche a causa dell’esigua potenza mandibolare esercitata dalla loro micro-muscolatura.

Lo studio mostra un'altra delle innumerevoli e incredibili caratteristiche delle formiche, creature capaci di creare immense "città sotterranee".

Quanto è interessante?
7