Questi fossili ci mostrano una storia incredibile: un calamaro mangiato da uno squalo

Questi fossili ci mostrano una storia incredibile: un calamaro mangiato da uno squalo
di

Sullo Swiss Journal of Palaeontology recentemente è stato pubblicato un ritrovamento che ci ha raccontato una storia davvero incredibile. All'inizio del Giurassico un'antica creatura simile a un calamaro si stava per nutrire con un crostaceo simile a un'aragosta ma, improvvisamente, il cacciatore è diventato, a sua volta, la preda.

Uno squalo, infatti, ha interrotto la festa al calamaro, strappando un pezzo di carne dal centro della creatura tentacolare. Circa 180 milioni di anni dopo la scena è stata scoperta in una cava in Germania, e i paleontologi hanno ricostruito la storia. Secondo gli esperti, il cefalopode estinto simile a un calamaro, noto come belemnite, è stato probabilmente ucciso da un antico coccodrillo o da uno squalo.

Una cosa è certa: lo squalo non ha finito di mangiare la sua preda, accontentandosi solamente di un singolo morso. Il motivo è semplice: queste creature avevano becchi duri, appuntiti e difficili da digerire. Nell'attuale fossile (che potrete osservare in calce alla notizia), ad esempio, possiamo osservare il rostro e le braccia della belemnite.

"Suggeriamo che questi rappresentino i resti di un pasto di un predatore vertebrato, forse dello squalo del Giurassico Hybodus hauffianus. Questo è notevole, perché ci informa sul comportamento di un cefalopode e di un predatore di vertebrati", affermano gli autori dello studio. Quindi, dopo che il calamaro è stato morso dal predatore, la creatura è deceduta, finendo lentamente sul fondo del mare; il luogo che ha conservato i resti fino ad oggi.

Quanto è interessante?
1
Questi fossili ci mostrano una storia incredibile: un calamaro mangiato da uno squalo