I fossili di un pinguino gigante sono stati trovati in Nuova Zelanda

I fossili di un pinguino gigante sono stati trovati in Nuova Zelanda
di

Gli incredibili resti fossilizzati di un enorme pinguino, delle dimensioni di un essere umano adulto, sono stati trovati nell'Isola del Sud della Nuova Zelanda, annunciano con immenso piacere (e stupore) gli scienziati.

Il gigantesco uccello marino era alto 1.6 metri e pesava 80 chilogrammi (qui il modello 3D dell'animale). Circa quattro volte più pesante e 40 centimetri più alto del pinguino imperatore, affermano i ricercatori. Chiamato "crossvallia waiparensis", cacciava al largo delle coste della Nuova Zelanda nell'era paleocenica, 66-56 milioni di anni fa.

A trovare i resti è stato un cacciatore di fossili amatoriale, che ha portato alla luce le ossa delle zampe del pinguino gigante lo scorso anno. La nuova specie è stata confermata nella ricerca pubblicata questa settimana sulla rivista Alcheringa: An Australasian Journal of Paleontology.

La ricercatrice del Canterbury Museum, Vanesa De Pietri, ha affermato che questo è il secondo pinguino gigante dell'era paleocenica trovato nella zona. Questo ritrovamento "rafforza ulteriormente la nostra teoria secondo cui i pinguini avessero raggiunto dimensioni gigantesche durante la loro evoluzione", ha poi aggiunto.

Secondo i ricercatori, questi mega-pinguini si estinsero a causa dell'emergere di altri grandi predatori marini come le foche e i cetacei dentati. La Nuova Zelanda è ben nota per i resti di animali giganti, come il moa, un uccello alto 3.60 metri, l'aquila di Haast e l'ultimo esemplare trovato, l'Heracles inexpectatus, un pappagallo alto 1 metro.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
3
I fossili di un pinguino gigante sono stati trovati in Nuova Zelanda