La prima foto di un buco nero è stata fatta, e adesso?

La prima foto di un buco nero è stata fatta, e adesso?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Ieri è stato mostrato al mondo la prima immagine di un buco nero, un evento che segna l’inizio di una nuova era. Una domanda che potrebbe sorgere a molti è una: e adesso?

L’immagine del buco nero potrebbe essere rifinita ulteriormente usando degli algoritmi, almeno questo è stato affermato dal direttore di EHT (Event Horizon Telescope) Sheperd Doeleman, della Harvard University e del Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics.

Molto presto dovrebbe essere possibile fotografare anche Sagittarius A*, il buco nero supermassiccio al centro della nostra galassia, di 4.3 milioni di masse solari e che si trova a circa 26.000 anni luce dalla Terra.

Il motivo per cui non è stata ancora scattata l’immagine di Sagittarius A* è a causa della velocità di quest’ultimo, che rende difficile l'elaborazione della foto, tuttavia il team è ottimista sulla buona riuscita dell'operazione. "Non promettiamo nulla, ma speriamo di farlo molto presto", ha detto Doeleman.

Ricordiamo che L'EHT integra più radiotelescopi in tutto il mondo, formando uno strumento virtuale delle dimensioni della Terra, il team presto ne introdurrà anche un altro in cima a Kitt Peak, nel sud dell'Arizona, aumentando ulteriormente la risoluzione dell'immagine. Questo è solo il prossimo futuro, nel lungo periodo è intenzione da parte degli scienziati includerne uno fuori dal pianeta.

"Potremmo fare film invece di immagini", ha detto Doeleman. "Vogliamo realizzare un film in tempo reale su cose che orbitano intorno al buco nero, questo è ciò che vogliamo fare nel prossimo decennio."

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
11